Omicidio Luca Sacchi, la svolta: “Anastasiya lo tradiva con l’amico”


Una nuova svolta clamorosa nel caso dell’omicidio di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma lo scorso ottobre. Al centro ancora una volta c’è Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata e ora indagata e dell’amico di Luca, Giovanni Princi. Secondo gli investigatori i due avrebbero avuto una relazione. “Una strana intesa”, la definiscono i genitori di Luca. E lui stesso, prima di essere ucciso, aveva parlato di “cambiamenti radicali”.

Gli inquirenti parlano esplicitamente di “un rapporto che andava oltre la mera complicità criminale”. È quanto emerge dall’ordinanza della procura, in cui si fa riferimento ai frequenti contatti telefonici tra Anastasiya e Princi. Messaggi a tutte le ore del giorno e della notte, frasi dolci e tenerezze. (Continua a leggere dopo la foto)







I due avevano una storia alle spalle di Luca, del quale Giovanni Princi era amico di infanzia. In procura ne sono sostanzialmente certi. Come riporta “Leggo”, la 25enne sarebbe vittima di un fascino oscuro, un fascino alla “Gomorra” o “Romanzo Criminale”. La babysitter ucraina che dallo scorso venerdì ha l’obbligo di firma tre volte a settimana, non è la sola ad essere immischiata in questa vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)






Oltre a lei, infatti, sono finiti in carcere proprio l’ex compagno di classe della vittima Princi ed il presunto grossista di droga Marcello De Propris accusato anche di concorso in omicidio per aver fornito l’ arma del delitto a Valerio del Grosso e Paolo Pirino. Princi ora si trova in carcere, insieme a Marcello De Propris, il presunto grossista accusato ora anche di concorso in omicidio per aver fornito l’arma del delitto a Valerio del Grosso e Paolo Pirino. Come detto, la relazione equivoca tra la Kylemnyk e Princi non era sfuggita neppure alla vittima e ai suoi stessi genitori. (Continua a leggere dopo la foto)



 

La droga ritrovata – Trentuno grammi di cocaina sono stati trovati dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma nel corso degli accertamenti tecnici sull’auto di Paolo Pirino, arrestato insieme a Valerio del Grosso per concorso nell’omicidio di Luca Sacchi ucciso con un colpo di pistola alla testa nella notte tra il 23 e il 24 ottobre scorso davanti a un pub nel quartiere Colli Albani.

Sonia Bruganelli, la gaffe scatena tutti: “Toglilo subito”. Fiumi di critiche per il clamoroso errore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it