Papa Francesco è stato operato. L’intervento, in gran segreto, nella clinica Pio XI


Papa Francesco si è sottoposto, in gran segreto, ad un intervento di cataratta. È quanto riporta il Messaggero, che ha parlato di un’operazione svoltasi alcuni mesi fa nella clinica Pio XI a Roma. Era stato lo stesso Papa, lo scorso anno, a parlare dell’intervento durante una visita ai detenuti del carcere di Regina Coeli.

“Tu hai parlato di uno sguardo nuovo: rinnovare lo sguardo- aveva detto Bergoglio a un detenuto- Questo fa bene, perché alla mia età, per esempio, vengono le cateratte, e non si vede bene la realtà: l’anno prossimo dovremo fare l’intervento. Ma così succede con l’anima: il lavoro della vita, la stanchezza, gli sbagli, le delusioni oscurano lo sguardo, lo sguardo dell’anima”. Da quel momento era partito un tam tam di voci e ipotesi, che riguardavano la salute e l’intervento del Papa. (Continua a leggere dopo la foto)







Un’ipotesi smentita dalla Santa Sede, il 21 novembre dello scorso anno, quando aveva dichiarato: “Dalle nostre informazioni, il Santo Padre ha degli appuntamenti a Santa Marta già previsti per domani. Non è previsto nessun intervento medico”. Adesso però, a distanza di un anno dall’annuncio, secondo il Messaggero, l’operazione ci sarebbe stata. (Continua a leggere dopo la foto)






La cataratta colpisce soprattutto gli anziano, quando il cristallino, cioè la lente dell’occhio che ci permette di vedere, si opacizza. Il disturbo riguarda il 60% dei soggetti con più di 70 anni. Per curarla basta rimuovere il cristallino e sostituirlo.
L’operazione di cataratta ora viene fatto al laser: non dà alcun tipo di disturbo e permette la paziente di riprendere subito le normali attività. L’intervento prevede il taglio corneale che grazie all’uso del laser avviene in maniera perfetta, perché ne modula estensione e profondità. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Il cristallino naturale opacizzato durante l’intervento viene prima frantumato e poi aspirato, quindi viene inserita una lente intraoculare. L’intervento avviene in meno di 20 minuti: si procede con anestesia locale con gocce di collirio e senza punti di sutura.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it