Pasquale, Luigi, Tony e Alessandro. Ecco chi sono le vittime dell’incidente di Galatone


Si chiamavano Pasquale Filieri, 62 anni, Luigi Casaluci, 64 anni, Tony Mezzi, 35 anni, Alessandro Liguori, 44 anni. Sono questi i nomi e le età delle quattro vittime dell‘incidente che si è verificato la scorsa mattina sulla circonvallazione di Galatone, nella provincia di Lecce, in Salento. Una quinta persona è ricoverata in gravi condizioni. Tre delle vittime e il ferito erano operai della ditta Eco.Man Salento: tutti erano impegnati in lavori di potatura lungo la strada quando è avvenuto l’incidente.

La quarta vittima è il conducente di una Golf che ha perso il controllo dell’auto travolgendo il camion fermo sul ciglio della strada, che ha a sua volta travolto gli operai. I tre operai della ditta, tutti di Galatone, morti nello schianto sono appunto Tony, Luigi e Pasquale. Quest’ultimo era anche il titolare della “Eco.Man”. Il conducente della Golf, morto nell’impatto col camion, era Alessandro Liguori, di Aradeo. Sul cestello elevatore del camion c’era inoltre Gianni Benegiamo, l’operaio che è rimasto gravemente ferito. Continua a leggere dopo la foto








Gli operai erano impegnati in lavori di potatura degli alberi lungo la circonvallazione di Galatone quando sono stati travolti e uccisi. Il tragico incidente è avvenuto poco dopo le 8 di martedì mattina, lungo la strada che dalla statale 101 conduce a Seclì e a Galatina. Continua a leggere dopo la foto






Come ricostruito dal Quotidiano di Puglia, Pasquale Filieri, il titolare della Eco.man Salento, era anche vicepresidente della locale Protezione civile, sempre in prima linea per soccorrere il prossimo. Il più anziano delle quattro vittime, Luigi Casaluci, era vicino alla pensione. Dipendente di Filieri, tutti lo conoscevano e rispettavano in paese. Continua a leggere dopo la foto



 


Poi c’è Toni Mezzi, il più giovane degli operai travolti: non era sposato e i suoi genitori vivono in Svizzera, dove lui era nato. Infine Alessandro Liguori, che faceva il meccanico a Galatone, all’uscita del paese. Gli mancavano pochi metri per arrivare al lavoro quando è avvenuto l’impatto. Una provincia sotto choc che in queste ore è affranta e intorno alla famiglie dei poveri operai deceduti.

Ti potrebbe anche interessare: Lutto nel mondo della musica: “Speriamo tu sia felice , adesso”. Addio Gianni:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it