“Sono le 4:34 e la terra trema ancora”, attimi di terrore questa notte durante la diretta tv. La giornalista si ferma e annuncia il terremoto: “Guardate come trema la scrivania…”. Per lei una paura senza precedenti


“Sono le 4.34 e tutto sta tremando… E’ la seconda scossa…”. La giornalista Carlotta Macerollo, negli studi di Rainews 24 a Saxa Rubra, ha vissuto in diretta la seconda scossa di terremoto che nella notte ha colpito l’Italia Centrale. “Una scossa di pochi secondi”, ha detto la giornalista che, dopo aver fornito aggiornamenti tra le 3.50 e le 5.30, è stata rilevata dal direttore Antonio Di Bella nella diretta con cui Rainews 24 ha seguito il sisma sin dai primi drammatici momenti.

Ma la vera protagonista è stata proprio lei, Carlotta Macerollo, per almeno 1 ora, a pochi minuti dal terremoto principale, l’unica a trasmettere in diretta raccontando quello che stava accadendo in quei terribili istanti nel centro Italia.

(continua dopo il video)

 

Poco più tardi le drammatiche parole del sindaco di Amatrice, in lacrime che affermava di essere il primo cittadino di un paese che non c’è più. Momenti difficili, che l’Italia non viveva da quel lontano 6 aprile 2009, ovvero dal terribile terremoto a L’Aquila. Sempre di notte, sempre nell’oscurità, sempre alle 3,30 circa.

Ti potrebbe anche interessare: “Sono il sindaco di un paese che non c’è più, sento i miei cittadini urlare sotto le macerie”. Parole, strozzate dalle lacrime ma anche piene di rabbia del primo cittadino di Amatrice, devastata dal terremoto di stanotte. Il video dell’intervista