Cinzia Paglini, ultimi sviluppi sulla cantante scomparsa. Ecco cosa è successo


Tutto è bene ciò che finisce bene: è tornata a casa Cinzia Paglini, una cantante di 56 anni residente a Fuorigrotta, quartiere a ovest di Napoli. A denunciare la scomparsa era stata la figlia della donna, Mariagrazia Imperatrice, lanciando diversi appelli sui suoi canali social e in radio. La ragazza, insieme alla madre, di recente era stata ospite di Pomeriggio 5 per raccontare a Barbara D’Urso l’incubo che stanno vivendo le due donne: da un paio d’anni Cinzia è perseguitata da un fan ossessionato dalla cantante e che è arrivato ad aggredirla dopo essersi appostato sotto casa.

Un racconto drammatico durante il quale la stessa artista aveva ammesso di aver tentato il suicidio perché esasperata da quella situazione. Cinzia Paglini, diventata celebre grazie al disco i “Complicato Amore”, lo scorso 5 novembre era stata ospite di Barbara D’Urso, nel salotto di Pomeriggio Cinque, e aveva denunciato che, da quasi due anni è vittima di stalking e che la sua vita si stava trasformando in un incubo, al punto di indurla a pensare al suicidio. Continua a leggere dopo la foto







Come ha ammesso la stessa Cinzia, solo il provvidenziale intervento di un ragazzo, che le si è avvicinato mentre si aggirava smarrita tra i binari della stazione, ha evitato il peggio. La talentuosa cantante napoletana, visibilmente sconvolta, ha raccontato al pubblico di Canale Cinque che tutto era iniziato con una semplice richiesta di amicizia su Facebook: nel giro di poco tempo, però, i messaggi si erano fatti sempre più insistenti e deliranti (pur senza conoscerla, lo stalker, le diceva che si sarebbero sposati). Continua a leggere dopo la foto






La situazione era poi degenerata e Cinzia si era trovata a fare i conti con appostamenti sotto casa, fotografie rubate, insulti e minacce. Un giorno, mentre si trovava a Napoli, era stata anche aggredita fisicamente. In quell’occasione, ha spiegato l’artista, le aveva messo le mani al collo e l’aveva sollevata da terra. Continua a leggere dopo la foto



 


In seguito alle numerose denunce presentate dalla Paglini, lo stalker era stato individuato e fermato; per lui, la magistratura aveva disposto gli arresti domiciliari. Martedì 12 novembre inizierà il processo a suo carico.

Ti potrebbe anche interessare: “La piazza è sprofondata!”. Bomba d’acqua, l’allarme della protezione civile. Cosa è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it