“Non si preoccupi, è solo faringite”. Sembrava una cosa da niente. Per due volte Beatrice, 3 anni appena, era stata rimandata a casa. Ma con il passare delle ore la situazione precipita. E ora tutti piangono per lei: cosa è successo alla piccola


 

Storia di malasanità. L’ennesima in Italia. Una bambina di 3 anni Beatrice Astone è morta dopo essere stata dimessa dall’ospedale Sant’Andrea della Spezia, dove era stata visitata per una laringite tre giorni fa. La bimba era già stata nello stesso ospedale e per la stessa patologia il 25 luglio. In entrambi i casi la piccola era stata rimandata a casa dopo le visite al pronto soccorso pediatrico con la prescrizione di una cura a base di cortisone. La notizia è riportata dal Secolo XIX e dalla Nazione. La morte sarebbe sopraggiunta per una crisi respiratoria nella notte tra lunedì e ieri.

Il padre, guidato telefonicamente dal 118, ha provato a rianimarla prima dell’arrivo dei soccorritori.

(continua dopo la foto)







 

Nel pomeriggio di lunedì la bimba era stata visitata anche dal medico di famiglia senza rilevare particolari criticità. La piccola doveva sottoporsi a nuovi accertamenti ieri mattina in ospedale. Sul caso della morte della piccola Beatrice Astone indaga la procura spezzina. Il sostituto procuratore Luca Monteverde ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando il reato di omicidio colposo. Disposti anche il sequestro della cartella clinica e l’autopsia sulla piccola, che viveva a Sarzana dopo essersi trasferita da Carrara.

 

(continua dopo la foto)




Le indagini del caso sono state affidate ai carabinieri che ascolteranno medici, infermieri, familiari e genitori della bambina, che hanno un altro figlio. Secondo i genitori la figlia non aveva problemi di salute. Il personale della Asl è sconvolto e conferma che la piccola era stata visitata due volte per una laringite e che non era grave. Sulla vicenda farà luce la magistratura, per verificare se esistono responsabilità del personale medico o se la bambina soffrisse di qualche disturbo, anche una semplice allergia al farmaco, del quale la famiglia non era a conoscenza.

“Dottore, ho un gran mal di gola”, ma i medici diagnosticano una “forte laringite”. Poche ore dopo, a 27 anni, muore. L’ennesima storia assurda di malasanità

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it