Lutto nel cinema italiano, se ne va un pezzo di storia. Indimenticabile con Gassman e Lollobrigida


L’Italia perde uno straordinario attore, doppiatore ed indimenticabile interprete di numerose pellicole. All’età di 84 anni è morto Omero Antonutti. Malato da tempo, è deceduto all’ospedale di Udine dove era stato ricoverato per alcune complicazioni causate dal tumore che lo affliggeva. Al suo capezzale la moglie, che è rimasta assieme a lui fino all’ultimo istante di vita.

Il grande pubblico lo conosceva soprattutto in veste di doppiatore, infatti è stato la voce di importanti attori come J. Hurt, C. Lee, M. Parks e O. Sharif. Ha fatto la voce narrante dei capolavori ‘La vita è bella’ nel 1997 ed ‘Il mestiere delle armi’ nel 2001. Ricordiamo però anche altre sue importanti interpretazioni. (Continua dopo la foto)








Antonutti è infatti stato protagonista in tre film dei fratelli Taviani: ‘Padre padrone’, ‘La notte di S. Lorenzo’ e ‘Kaos’ rispettivamente del 1977, 1982 e 1984. Dagli anni Settanta in poi ha alternato esperienze nel mondo del cinema e del teatro. Si annoverano anche recitazioni in ‘Farinelli- Voce regina’ di Gérard Corbiau, ‘Un eroe borghese’ di Michele Placido, ‘I banchieri di Dio- Il caso Calvi’ di Giuseppe Ferrara e ‘Tu ridi’ dei Taviani. (Continua dopo la foto)






Recentemente era stato protagonista nella serie televisiva ‘Sacco e Vanzetti’, ‘N (Io e Napoleone)’, ‘La ragazza del lago’ e ‘Miracolo a Sant’Anna’. Il suo esordio avvenne però nel 1966 recitando una piccola parte in ‘Le piacevoli notti’ in collaborazione con Vittorio Gassman, Gina Lollobrigida ed Ugo Tognazzi. (Continua dopo la foto)

Il ruolo maggiormente di spicco assegnato ad Omero Antonutti ebbe luogo nel 1977, quando interpretò il padre di Gavino Ledda in ‘Padre padrone’ di Paolo e Vittorio Taviani. L’attore 84enne era nato a Basiliano il 3 agosto del 1935. Per quanto riguarda i premi conquistati in carriera, si annoverano nel 2002 e nel 2005 il premio ‘Anello d’Oro’ al Festival del doppiaggio ‘Voci nell’Ombra’ tenutosi a Finale Ligure, perché ritenuto il miglior doppiatore della rassegna. Nel primo caso fu insignito di questo riconoscimento per aver doppiato perfettamente Richard Farnsworth in ‘Una storia vera’ e nel secondo per il doppiaggio di Michele Bouquet in ‘Le passeggiate al Campo di Marte’. Nei film d’animazione è stato Russ Cargill ne ‘I Simpson- Il film’, Noè ne ‘L’arca di Noè’, 1 in ‘9’ e Signor Rzykruski in ‘Frankenweenie’.

Veronica Burchielli: età, altezza, peso, fidanzato e figli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it