18enne muore impiccata al cancello di casa: aveva dimenticato le chiavi di casa


Una notizia atroce quella capitata a questa povera ragazzi di Loranzè, a pochi chilometri da Ivrea, in Piemonte. Una disgrazia terribile, senza colpe, che lascia un vuoto e una tristezza enormi. Erika Russo Testagrossa, è morta impiccata nella notte al cancello di casa, una villetta in via Canton Prelle. È rientrata a casa dalla serata trascorsa con gli amici in discoteca, si è accorta di non avere le chiavi e ha deciso di scavalcare, ma è rimasta impigliata con al collo con il maglioncino ed è morta impiccata. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, a scoprire l’accaduto è stata questa mattina la sorella, che la vittima non aveva voluto svegliare per farsi aprire.

Sul posto i carabinieri chiamati dagli stessi familiari che li stanno sentendo e facendo tutti i rilievi del caso. Sul luogo dell’accaduto è arrivato anche il medico legale richiesto dagli stessi militari per non escludere alcuna ipotesi. Erika Russo Testagrossa, aveva compiuto 18 anni lo scorso 30 aprile. La giovane aveva dimenticato le chiavi e non voleva svegliare i famigliari, tra cui la sorella. Continua a leggere dopo la foto









È stata quest’ultima a dare l’allarme, ma quando i sanitari del 118 sono giunti sul posto non c’era più nulla da fare. Erika era una ragazza “dolce e solare”, come l’ha ricordata il papà nelle ore immediatamente successive alla tragedia. E anche gli amici coscritti del 2001 l’hanno ricordata con parole di grande affetto. “L’Istituto Alberghiero di Cavaglià si stringe al dolore della famiglia Russo per la perdita di Erika. Continua a leggere dopo la foto








Buon viaggio cara nostra Erika. Il tuo ricordo vivrà per sempre nei nostri cuori”, scrivono invece dalla scuola del biellese dove la giovane di Loranzè stava per ultimare gli studi. Era all’ultimo anno. “Non ci sono parole per descrivere un dolore così grande”, scrive un amico sui social. Proprio alle pagine Instagram, Erika aveva affidato gli ultimi suoi pensieri. Continua a leggere dopo la foto

 


Una ragazza serena e piena di vita, come lo sono tutti i giovani diciottenni. Ieri notte, dopo la festa, arrivata a casa senza la chiavi, anzichè suonare il campanello rischiando di svegliare tutti, ha tentato di scavalcare la recinzione. Il suo gesto altruistico si è purtroppo trasformato in dramma.

Ti potrebbe anche interessare: “È successo sulla tomba di Nadia Toffa”. Brutta sorpresa per i fan che sono andati al cimitero

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it