Schianto choc: famiglia sterminata. Morti papà, mamma e la figlia di 5 mesi


È terribile il bilancio dell’incidente stradale avvenuto nella notte, alle 00:30 circa, sull’autostrada A13 Bologna-Padova, tra Bologna Interporto e Altedo, in direzione Padova. Lo scontro è avvenuto al chilometro 15 e sono rimasti coinvolti un’autovettura, un camper e un pullman. Tre persone hanno perso la vita e quattro sono rimaste ferite. Le vittime erano padre, madre e figlia di soli cinque mesi.

Il mezzo è stato tamponato da un’utilitaria e, dopo aver urtato il newjersey, si è ribaltato in mezzo alla carreggiata dove è stato nuovamente tamponato da un pullman che stava sopraggiungendo. Il sinistro avvenuto verso mezzanotte al Km 15 nella località Saletto di Bentivoglio ha provocato tre morti. (Continua a leggere dopo la foto)






Un ragazzo di 32 anni, una ragazza di 29 anni e la loro piccola di pochi mesi. Ci sono poi altri cinque feriti, tutti uomini tra i 19 e i 53 anni, che però sono stati trasportati tra gli ospedali di Bologna e Bentivoglio in condizioni non gravi o di media gravità. Soccorsi e trasportati tra gli ospedali di Bologna e Bentivoglio invece i feriti ma nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita. (Continua a leggere dopo la foto)






Il più grave, un 53enne, è stato condotto in codice 2, quindi con media gravità, al Maggiore di Bologna. Sul luogo dell’incidente stradale anche il personale della Direzione 3 Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia per il ripristino della viabilità. Il traffico, rimasto bloccato per consentire i soccorsi, ora circola regolarmente su entrambe le corsie disponibili e non si registrano criticità. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Non sono buoni gli ultimi numeri sugli incidenti stradali in Italia. Dopo un anno di incoraggiante calo le cifre relative ai primi mesi del 2019 parlano di un +7% di vittime da sinistri stradali. Continuando di questo passo sembra purtroppo allontanarsi l’ambizioso obiettivo del piano UE secondo cui l’Italia sarebbe dovuta scendere nel 2020 a ‘soli’ 2000 morti, visto che le stime proiettano la cifra finale di quest’anno a circa 3.500.

 

 

Casa al mare a 300 € al mese, ristorante con 10 € e Irpef in tasca. Perché sempre più “over” decidono di trasferirsi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it