Sangue sulla strada: morta una donna, grave l’uomo che era con lei


Schianto alle 8 di venerdì primo novembre sulla Treviso-Mare a Musile di Piave, in territorio Veneziano. A quanto si apprende un’auto, una Mercedes, è finita rovesciata in un fossato a bordo strada: una donna è morta e un giovane risulta gravemente ferito, stabilizzato dai sanitari, è stato elitrasportato all’ospedale dell’Angelo di Mestre. Per liberare i due, rimasti incastrati fra le lamiere, le squadre dei pompieri arrivate da San Donà e da Mestre con l’autogrù, hanno usato cesoie, divaricatori e martinetti idraulici. Sul posto anche il 118.

Nelle notte di Halloween una ragazza di 17 anni è morta e altri tre giovani sono rimasti feriti ieri in tarda serata sulla strada statale 275, in provincia di Lecce, nel tratto tra Alessano e Lucugnano. La giovane era a bordo di una utilitaria, una Renault Clio, guidata dal fidanzato di 27 anni, che nel territorio di Alessano è uscita fuori strada andando a impattare contro il muro perimetrale della Ferramenta Bennardi che si trova su un lato della carreggiata. Insieme a loro anche due sorelle della vittima. Continua dopo la foto









Sul posto sono intervenuti i carabinieri e diverse ambulanze del 118. I sanitari hanno trasportato la giovane in ospedale ma non c’è stato nulla da fare. I tre feriti sono stati ricoverati in prognosi riservata all’Ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce. Sono risultati tutti negativi agli accertamenti tossicologici e da alcol. Nel 2018, sulle strade italiane, si sono registrati 172.553 incidenti con lesioni a persone, che hanno causato 3.334 decessi e 242.919 feriti. Rispettivamente 472 incidenti, 9 morti e 665 feriti, in media, ogni giorno. Continua dopo la foto






Le statistiche provinciali elaborate da Aci e Istat, indicano Genova ‘maglia nera’ nella triste classifica delle morti su strada (+37 vittime, a causa del crollo del Ponte Morandi). Seguono Bari, con 24 morti in più, Brescia (+22), Messina (+19), Chieti (+15) e Vercelli (+13).’Maglia bianca’, invece, per Modena e Foggia, dove si sono registrati 18 morti in meno. Seguono Cuneo e Trapani (-16), Asti, Caserta e Taranto (-15). Continua dopo la foto



 


Sei province hanno già raggiunto l’obiettivo Eu 2020. Mentre nel nostro Paese, rispetto al 2010, il numero dei decessi per incidente stradale è diminuito, in media, solo del 19%, Agrigento è tra le pochissime province italiane che hanno già raggiunto l’obiettivo Eu di ridurre del 50%, entro il 2020, i morti per incidente stradale. Agrigento ha fatto registrare, ad oggi, un calo del 78%. Le altre province che hanno raggiunto questo importante obiettivo sono: Barletta-Andria-Trani (-66%), L’Aquila e Campobasso (-52%), Taranto (-51%) e Terni (-50%).

Ti potrebbe interessare: In Albania la terra trema ancora: 5.2 della scala Richter. Danni ai palazzi e gente in strada

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it