Prendeva il reddito di cittadinanza, ma andava in Porsche e vendeva cocaina


Il reddito di cittadinanza ha aiutato molte persone in difficoltà, che non riuscivano ad arrivare alla fine del mese e che adesso conducono una vita un po’ più decorosa. Ma non sono mancati in questi mesi numerosi abusi dello stesso o episodi clamorosi. E l’ultimo in ordine di tempo farà discutere non poco.

La Guardia di Finanza di Siracusa ha beccato un percettore del reddito, Paolo Nastasi di 41 anni, intento a vendere 120 grammi di cocaina, nascosta nella sua abitazione in doppi fondi ricavati nelle lattine di bevande e di un piccolo estintore. Inoltre, l’uomo originario di Floridia era proprietario di una Porsche Macan, con quale è stato trovato a circolare. Per lui si è quindi materializzato l’arresto per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. (Continua dopo la foto)









Nastasi era stato fermato ad un controllo dai finanzieri, i quali avevano rinvenuto mille euro in contanti. Nessuna giustificazione era stata fornita dal 41enne e ciò ha insospettito sempre più la Finanza. Per questa ragione si è proceduto alla perquisizione domiciliare e per rintracciare la droga si è rivelato fondamentale il cane antidroga Aquila. (Continua dopo la foto)

 






I ‘baschi verdi’ hanno individuato e posto sotto sequestro 327 dosi di cocaina per un totale di 120 grammi. Altri mille euro sono poi stati scoperti all’interno della cappa della cucina. E per lui non potevano quindi che aprirsi le porte del carcere. (Continua dopo la foto)



 

Le Fiamme Gialle hanno inoltre rivelato che le dosi della sostanza stupefacente erano già pronte per lo spaccio vero e proprio ed avevano delle confezioni di colori diversi, rosso e blu, in base alla quantità richiesta dal cliente. Una volta ammanettato, l’arrestato è stato trasferito presso la casa circondariale di Siracusa-Cavadonna, dove lo spacciatore è attualmente detenuto. Soltanto alcuni giorni fa, sempre in Sicilia ma stavolta a Palermo, i Carabinieri avevano tratto in arresto un giovane di 29 anni, Walter Alfano, perché accusato di furto aggravato ed inosservanza delle disposizioni in materia di reddito di cittadinanza. L’uomo lavorava infatti abusivamente come meccanico, nonostante non avesse alcun tipo di autorizzazione e percepisse il reddito di cittadinanza. Il 29enne è ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Sciopero dei benzinai, disagi su strade e autostrade. Date e orari

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it