Morte Mario Biondo, colpo di scena nel caso del cameraman morto in Spagna. La conferma della mamma


In pochi, sin dal primo momento, avevano creduto alla tesi del suicidio di Mario Biondo, il cameraman siciliano trovato senza vita in circostanze misteriose nel 2013 a Madrid. Secondo la mamma, il papà, la sorella e gli amici, Mario non avrebbe avuto alcun motivo per suicidarsi: aveva lavorato come cameraman a “L’Isola dei Famosi”, aveva appena finito una puntata di “Masterchef” ed era entusiasta della sua vita.

Viveva con la moglie, la conduttrice televisiva Raquel Sanchez Silva, in un appartamento di Madrid dove poi verrà ritrovato cadavere. Poggiato di spalle a una libreria con una pashmina al collo. Per le autorità spagnole fu suicidio, così come per i pm di Palermo che avevano chiesto l’archiviazione. Poi colpo di scena con il procuratore generale Gozzo che ha avocato il fascicolo e disposto una nuova autopsia. (Continua a leggere dopo la foto)









Troppi i punti oscuri a partire dalla posizione del cadavere. E poi: perché Mario si sarebbe dovuto suicidare? “Era entusiasta per la regia che stava per avere, altro che suicidio per depressione” ha raccontato Emanuela in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera qualche mese fa. A non convincere è anche il comportamento della vedova: “È stata l’unica a opporsi per due volte alla riapertura del caso. Perché non vuole che si continui a indagare?” aveva aggiunto la mamma di Mario. (Continua a leggere dopo la foto)






A rincarare la dose era stata di nuovo la sorella Emanuele: “Una settimana dopo la morte lei se ne va in vacanza a Formentera, sei mesi dopo stringe una nuova relazione con un produttore televisivo”. Ora gli esami della terza autopsia disposta sul cadavere del cameraman palermitano sono arrivati e i risultati sono stati pubblicati da Santina D’Alessandro, la mamma di Mario Biondo. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“In data odierna (23 ottobre 2019 ndr) – si legge nel post pubblicato sulla sua pagina Facebook – ci è stata consegnata la copia della consulenza medico legale, le cui conclusioni propendono incredibilmente per il suicidio. Nei prossimi giorni avremo modo di comunicarvi le osservazioni dei nostri consulenti di parte, ai quali abbiamo già consegnato il dossier. In questo momento così delicato, vi preghiamo di non chiederci ulteriori notizie, se non dopo essere effettuati i dovuti riscontri”. Un colpo di scena che lascia l’amaro in bocca alla famiglia e agli amici di Mario. I nuovi accertamenti predisposti dalla Procura di Palermo sul corpo di Biondo, infatti, avevano fatto ben sperare la famiglia, che mai aveva creduto all’ipotesi del suicidio.

Morte di Mario Biondo: indagato il medico legale spagnolo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it