“Maltrattati e abbandonati in condizioni disumane, alcuni sono morti!”. È successo in Italia. Quello che è capitato nella clinica degli orrori è tremendo e fa venire i brividi


 

Una storia tremenda, accaduta in Italia e nessuno vorrebbe mai leggere simili vicende. Soprattutto quando a essere coinvolte sono persone inermi, incapaci di difendersi e bisognose di cure. Le accuse nei riguardi dei malfattori sono gravi: maltrattamenti, violenza fisica e psicologica tutto ai danni di anziani anche non autosufficienti e affetti da gravi patologie, che venivano sottoposte “a continue sofferenze fisiche ed umiliazioni morali, costrette a penose condizioni di vita” ed a vivere in un clima di paura e insicurezza. Ma non finisce qui la sequenza delle cattiverie perpetrate ai danni dei poveri degenti del noscomio di Vasto, in provincia di Chieti, nelle Marche.

A fare la terribile scoperta la compagnia dei Carabinieri di Vasto, dopo una indagine che ha fatto emergere risvolti inquietanti.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

L’indagine dei carabinieri è iniziata ad aprile 2016, dopo alcune segnalazioni testimoniate da persone che avevano assistito ai maltrattamenti. A quel punto è stata informata la procura di Vasto e che è immediatamente intervenuta, avviando le indagini e acquisendo tutti gli elementi probatori, tra i quali anche le cartelle cliniche dell’ospedale civile di Vasto. A seguito delle indagini operativamente svolte dal nucleo operativo della compagnia carabinieri di Vasto, su disposizione del gip del tribunale di Vasto, sono stati arrestati due due conviventi, titolari di una casa di riposo per anziani: una donna di 48 anni, ed il convivente di 58 anni. La struttura è stata sequestrata.

(Continua a leggere dopo la foto)


Le indagini hanno portato alla luce i maltrattamenti anche grazie a intercettazioni telefoniche e videoambientali realizzate all’interno della struttura, che hanno dimostrato una condotta violenta della coppia, con schiaffi e pugni oltre a violenze verbali verso anziani, alcuni anche affetti da gravi patologie. Quello che è emerso è scioccante.  Schiaffeggiavano e picchiavano brutalmente gli anziani e, a volte li legavano persino ai loro letti e alle loro sedie a rotelle, perché – a loro avviso – disturbavano o semplicemente si “lamentavano” per i continui dolori causati dalle precarie condizioni fisiche. 

(Continua a leggere dopo il video)

“A causa di questi inumani trattamenti alcuni ospiti, ormai in fin di vita, dopo essere stati ricoverati presso il nosocomio di Vasto, sono morti”, spiegano in una nota i carabinieri. Gli arrestati, sono stati condotti nelle carceri di Vasto e di Chieti, e dovranno rispondere di concorso in maltrattamenti, lesioni volontarie, aggravate dall’essere il fatto seguito dalla morte della persona offesa e abbandono di incapaci con le aggravanti di aver agito per futili motivi e aver adoperato sevizie.

Ti potrebbe interessare anche: Orrore in famiglia: la piccola non ha avuto scampo ed è morta così. E la mamma non ha mosso neppure un dito… Choc generale. Ecco cosa è successo