Giulia, uccisa dal marito. La gelosia su WhatsApp: “Non truccarti, fatti brutta”


Giulia Lazzari la giovane 24enne non ce l’ha fatta, è morta mercoledì 18 ottobre all’ospedale di Rovigo, dove era stata ricoverata dall’8 ottobre, giorno in cui era stata strangolata dal marito nella loro casa Adria, dopo una lite, probabilmente a causa della separazione in corso. La giovane donna, madre di una bambina di quattro anni, è rimasta in coma farmacologico per quasi nove giorni nei quali i familiari hanno sperato in un miracolo che però non c’è stato.

Le mani dell’uomo si erano strette attorno al collo della giovane mamma fino a provocarle un arresto cardiaco e un edema cerebrale da anossia. Per il 28enne di origini siciliane il capo d’imputazione verrà modificato in omicidio volontario aggravato. Dal giorno dell’arresto, avvenuto sabato scorso, si trova in carcere in custodia cautelare. Lui, disoccupato e tossicodipendente da eroina, non aveva accettato la rottura del rapporto. “Non truccarti, fatti brutta, non salutare nessun maschio, così mi risparmio 30 anni per omicidio”. Erano alcuni dei messaggi che il marito Roberto Lo Coco pubblicava su Facebook. (Continua a leggere dopo la foto)






“Se quando esci dal supermercato qualcuno dice ‘arrivederci’ tu fa finta di non sentire perché non puoi rispondere a un maschio. Mettiti una felpa lunga e larga e un pantalone largo così non si vedranno le forme del tuo corpo”. “Perché se ti fai bella, ti guardano tutti, invece così no e io risparmio 30 anni di galera per omicidio”. Un elenco di imposizioni che non aveva più accettato. Un’ossessione che era diventata insostenibile. (Continua a leggere dopo la foto)






Movente del delitto la separazione voluto da Giulia, unico sostentamento della famiglia, e non condivisa da Lo Coco. È lui stesso a spiegare con nitida precisione cosa stava accadendo in lui, in un post Facebook del 6 ottobre, due giorni prima dell’aggressione: “Non è giusto. Io sono quello che sono, lo sapevi, ma tu hai sbagliato e mi hai fatto malissimo. Tutto quello che sta succedendo in questi giorni, per carità, ho sbagliato anche io a fare cose che non ti piacevano, ma ce l’hai anche tu la colpa e che in questi medi hai trattato come spazzatura, non succedeva niente di tutto questo se tu avessi parlato con me e non un estraneo”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

E ancora: “Non ci posso credere che tutto quell’amore che provavi per me sia scomparso così in un paio di mesi. Non voglio vantarmi, ma tutto e dico tutto l’amore che io ti ho dato in questi sette anni, non ne troverai mai uno che ti amerà e che ti darà tutto l’amore che io ti ho dato in questi sette anni. A parte gli errori che ho fatto, ti ho amata veramente tantissimo. Ok, l’hai voluto tu questo, io non ho mai voluto separarmi”.

Morte Marco Vannini: intercettazioni inedite, il mistero di casa Ciontoli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it