Vi ricordate dell’animalista vegano che ha cercato di picchiare il conduttore radiofonico de La Zanzara? “Chi la fa l’aspetti”, ha detto qualcuno. Ecco cosa è capitato a Valerio Vassallo: una storia che vi lascerà senza parole. Sì, è stata proprio lei…


È arrivato così al pronto soccorso di Biella Valerio Vassallo, leader del gruppo di attivisti Meta, il movimento etico animalista, dopo una rissa scoppiata in casa sua. Profonda ferita alla testa e diverse escoriazioni in alcune parti del corpo. Tutto è successo in mattinata, quando l’ex compagna, Giulia Arioli (foto sotto), è tornata nella loro casa di Tavigliano per prendere le sue cose. I due si erano lasciati probabilmente in malo modo e ad accompagnarla c’erano alcuni amici.

I ragazzi sono entrati in casa ed è lì è scattata la rissa. Non è chiaro cosa l’abbia scaturita. “Mi hanno dato molti punti, probabilmente sono stato colpito con un oggetto contundente – ha raccontato Vassallo -. Potevo reagire in modo molto più violento, ma non volevo spaventare Giulia e ho lasciato che mi picchiassero”. Questa la versione del vegan, che si discosta profondamente da quella rilasciata alle forze dell’ordine dai ragazzi e dalla sua ex.

(continua dopo le foto)




 

Un punto di vista smentito punto su punto dall’ex compagna che sostiene sia stato l’attivista il primo ad aggredire: “Non appena ci ha visti è uscito di casa con una spranga e ha cominciato a menare fendenti”, ha detto la ragazza. “Io sono stata raggiunta da alcuni colpi ma se l’è vista molto peggio un altro mio amico. Per lui ferite su tutto il corpo, testa compresa”.

Trasportato al pronto soccorso di Biella, l’animalista è stato sottoposto a delle cure mediche di routine ma è stato subito dimesso, su sua volontà, perché non avrebbe potuto seguire una dieta vegana. Inutile dire che è in questo frangente (e su questa foto) che il web si è scagliato. “Quei farmaci che hai preso sono stati testati sugli animali”, e poi “Ma come? Non avresti fatto morire tua madre in caso di utilizzo di farmaci testati su animali? Ipocrita!” e così via.

(continua dopo il video)

Avvicinato da Giuseppe Cruciani de La Zanzara, il programma radiofonico di Radio24, Vassallo ha raccontato di nuovo la sua versione: “Io sono femminista, una donna non la insulto nemmeno figuriamoci toccarla”. “Ho solo dato due pugni per legittima difesa”. Poi Cruciani fa notare: “I farmaci che ti hanno dato in ospedale sono stati sperimentare dagli animali”. Vassallo nega, ma ci dice comunque di avere firmato le dimissioni dall’ospedale: “Io non voglio stare in ospedale, mi sono fatto dimettere: qui non posso chiedere la dieta vegana”. Integralista, non c’è che dire…

Ti potrebbe anche interessare: Le Iene, terremoto social dopo la puntata: l’intervista doppia tra Giuseppe Cruciani e l’animalista vegano fa discutere. Il dibattito che sta facendo letteralmente impazzire la rete