L’addio della fidanzata del poliziotto ucciso a Trieste: la sua lettera al compagno


Valentina Sorriso Saponaro è la fidanzata del compianto Matteo Demenego, uno dei due carabinieri uccisi a Trieste durante una sparatoria in questura. Ha scritto una bellissima lettera aperta al suo compagno che non c’è più e l’emozione nel leggerla è devastante. “Ti voglio ricordare così amore mio, felice e sorridente. Mi prenderò io cura dei nostri gatti, della nostra casa, ma tu promettimi che ti prenderai cura di me, dei nostri gatti, della tua famiglia e di tutte le persone che ti amano! Nulla avrà senso senza di te, ma so che tu ci sei per me, come ci sei sempre stato”, scrive la donna.

Nella foto postata su Facebook, Matteo e Valentina sorridono. Ignorano che cosa sarebbe successo di lì a poco. Ignorano, probabilmente neanche immaginano, che cosa sarebbe accaduto venerdì 4 settembre nella questura dove lavorava il carabiniere Demenego, ucciso dal 29enne dominicano Alejandro Augusto Stephan Meran insieme al suo collega Pierluigi Rotta. Per Valentina è successo tutto troppo in fretta. Continua a leggere dopo la foto







Quei sorrisi non dovrebbero essere soltanto un ricordo: “La vita ti ha portato via da me troppo, troppo presto. Avevamo così tanti progetti in serbo per noi, una casa, un figlio e il matrimonio. Ma purtroppo il destino ha deciso così, come ha deciso di farci incontrare e di renderci la vita bellissima insieme, come mai ci era successo”. Le ultime frasi che Valentina dedica al suo fidanzato sono cariche di amarezza: “Lo so, non leggerai mai queste parole, ma so che ci sei e so anche che in questo momento starai ridendo di me che piango per ogni cosa”. Continua a leggere dopo la foto




“Dopo tanto tempo i ‘Figli delle stelle’ ritornano, siamo qui. Dormite sonni tranquilli, c’è la volante 2 nella notte ed è tutto a posto. Speriamo bene, buonanotte”, così, sorridenti è in divisa mentre si apprestavano a iniziare il loro turno di notte per le strade di Trieste, parlavano in un video Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due poliziotti uccisi dal ventinovenne dominicano Alejandro Stephan Meran che venerdì pomeriggio ha sparato nella Questura di Trieste riuscendo a rubare un’arma degli agenti mentre era in stato di fermo. Continua a leggere dopo la foto


 


Il brevissimo e spontaneo filmato di pochi secondi, girato nella volante in uno dei tanti giorni di servizio insieme, è stato diffuso dalla stessa Questura di Trieste e rilanciato dai canali social della polizia di Stato per omaggiare l’impegno dei due agenti morti in servizio.

Ti potrebbe anche interessare: Rubati giochi a bimba malata di leucemia. L’appello accorato del papà della piccola

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it