Almeno una decina di morti, Italia sotto choc. Terribile incidente in Puglia: scontro frontale tra due treni di pendolari. Numero impressionante di vittime. Cosa è successo e dove


 

L’ultimo scontro tra due treni sulla stessa linea ferroviaria risale al 20 dicembre 2005: quel giorno l’interregionale Roma-Campobasso si era scontrato con un altro convoglio nella stazione di Roccasecca. In quell’occasione, per un errore umano dei macchinisti, le vittime furono due molisani: un ragazzo di 25 anni e un 49enne di Campobasso. Nel disastro di Roccasecca rimasero ferite altre 70 persone ma nessuno gravemente.

A 11 anni da quel disastro, la notizia è di pochi minuti fa: due treni, composti entrambi da 4 locomotive e con a bordo parecchie persone, si sono scontrati.

(Continua a leggere dopo la foto)







 

L’incidente ferroviario è avvenuto sulla tratta Corato – Andria nel nord del barese. Ancora non sono arrivate notizie ufficiali o conferme sul numero delle persone coinvolte nell’incidente.

(Continua a leggere dopo la foto)




Secondo le prime indiscrezioni, alle 11.30 di questa mattina, due treni della Ferrotramviaria si sarebbero scontrati frontalmente in aperta campagna, tra Ruvo di Puglia e Corato. Il tratto dove è avvenuto l’incidente è a binario unico e giornalmente è attraversato da 200 convogli. Proprio per l’eccessivo utilizzo della tratta, lavori per la creazione di un secondo binario lungo la tratta erano stati già avviati dal comune, ma ancora non erano stati ultimati.

 

(Continua a leggere dopo la foto)


Secondo le prime ricostruzioni dei vigili del fuoco, giunti subito sul posto, la situazione sembra essere molto grave: le prime stime parlavano di 5 morti, ma aggiornamenti dell’ultimo minuto fanno salire il conto e si parla di dieci vittime accertate. L’unico a rilasciare qualche dichiarazione è stato il comandante dei Vigili urbani di Andria, Riccardo Zingaro che ha dichiarato:“Credo ci siano molti morti. C’è stato uno scontro frontale su un unico binario, alcune carrozze sono completamente accartocciate e i soccorritori stanno estraendo dalle lamiere le persone, molti sono anche i feriti”.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it