Terribile incidente all’alba: Sandro, 66 anni, muore sul colpo. Il figlio, 35, in gravi condizioni


Una vera e propria tragedia quella di Tolentino, in nessun altro modo potremmo definirla. Siamo in contrada Santa Lucia ed è qui che verso le 6.15 una Hyundai Atos, condotta da un 66enne di Macerata, Sandro Piancatelli, con dietro come passeggero il figlio di 35 anni con problemi di disabilità, si stava dirigendo verso le Terme quando, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con una Polo, guidata da un 31enne di Tolentino, che viaggiava sulla corsia opposta, proveniente dalla Bura e diretto a Tolentino.

Lo schianto è stato letale per il 66enne, morto sul colpo, mentre il figlio è stato portato in gravi condizioni in ambulanza all’ospedale Torrette di Ancona. Il 31enne è stato portato all’ospedale di Macerata, per dolore al ginocchio, ma le sue condizioni non sono gravi. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata la Hyundai ad invadere la corsia opposta. Sul posto, i vigili del fuoco di Tolentino, i carabinieri del nucleo radiomobile, gli operatori sanitari del 118. Continua a leggere dopo la foto






Il tratto stradale è stato chiuso fino alla fine dei rilievi, per ricostruire la dinamica e per il recupero della salma da parte delle pompe funebri, con l’arrivo del magistrato. Alle 11.30 di questa mattina verrà eseguita l’ispezione cadaverica all’obitorio di San Severino. Non sono buoni gli ultimi numeri sugli incidenti stradali in Italia. Dopo un anno di incoraggiante calo le cifre relative ai primi mesi del 2019 parlano di un +7% di vittime da sinistri stradali. Continua a leggere dopo la foto






Continuando di questo passo sembra purtroppo allontanarsi l’ambizioso obiettivo del piano UE secondo cui l’Italia sarebbe dovuta scendere nel 2020 a ‘soli’ 2000 morti, visto che le stime proiettano la cifra finale di quest’anno a circa 3.500. Se n’è parlato durante la presentazione della strategia di Viabilità Italia per le vacanze estive 2019, che prospetta ben due giornate da bollino nero la mattina di sabato 3 e quella di sabato 10 agosto. Continua a leggere dopo la foto



 


“Se nel 2017 era stato registrato un +2,9% di morti sulle strade con 3.378 decessi”, ha spiegato Giovanni Busacca, direttore del servizio di polizia stradale e presidente di Viabilità Italia, “Nel 2018 il dato è stato in calo, con un -2%, ovvero 3.310 vittime. Numeri che comunque non ci fanno essere contenti perché vuole dire che ci sono stati nove morti al giorno sulle strade. Ma il vero allarme però è per l’anno in corso, visti i dati dei primi mesi che abbiamo in possesso: il 2019 potrebbe infatti far segnare un tragico +7% di morti sulle strade”.

Ti potrebbe anche interessare: “Gol di Ramsey, Rip Sinisa”. Attacco senza precedenti a Mihajlovic. La reazione del Bologna

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it