Paura in Italia: due boati fortissimi a distanza di poche ore e scatta immediatamente il panico tra i cittadini. Poi la verità… Cosa è accaduto


 

Mattinata di paura in provincia di Foggia, dove nel primo pomeriggio di oggi un forte boato che ha fatto tremare i cittadini. Qualcuno ha pensato a un terremoto, ma nessun movimento tellurico nella zona è stato però registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il forte rumore sarebbe stato avvertito anche a San Severo, Torremaggiore, San Paolo di Civitate, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Deliceto, Orta Nova, Cerignola, Mattinata, Stornara, Stornarella, Ascoli Satriano e Rignano Garganico.

Moltissime sono state le segnalazioni giunte dal capoluogo di provincia. “Maria Lunamary – Zona Orta Nova a momenti si rompevano i vetri delle finestre. I balconi hanno tremato’’. Questo è uno dei commenti apparsi su Facebook in un gruppo locale degli abitanti di Foggia. 

(Continua a leggere dopo la foto)



 

L’evento è stato provocato da un’esercitazione dell’Aeronautica Militare. Si è trattato di un volo che proprio sui territori interessati ha accelerato sfondando il muro del suono. Proprio in virtù di questo si è creato il cosiddetto “bang” che ha spaventato i cittadini che si sono riversati in strada domandandosi da dove potesse provenire il rumore fortissimo. 

(Continua a leggere dopo la foto)


Questa mattina anche Forlì è stata teatro di una vicenda simile.  Intorno alle 9,30 molti cittadini sono usciti per strada dopo aver sentito un boato, con il ricordo che già andava alle drammatiche vicende del sisma del 2012.

Nessun movimento tellurico nella zona è stato però registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. “Qualcuno ha sparato due colpi…..ha tremato tutto e io…..panico!”, aveva scritto qualcuno su Twitter. “Colpi di cannone in quel di Forlì?”, si chiedeva un altro. 

(Continua a leggere dopo la foto)


‘’Ho pensato subito alle zone di guerra, che brutta impressione’’, aveva scritto invece Raffaella Pirini, ex capogruppo del M5S in Comune a Forlì, diventata nota per aver più volte criticato Beppe Grillo per difendere i suoi compagni di percorso, e alla fine espulsa dal comico genovese. Pirini è stata una delle prime a dare l’allarme dei boati su Facebook. ‘’Cosa diavolo è successo? – ha scritto – Pochi minuti fa: due sequenze di esplosioni in rapida successione, tanto forti da fare muovere i vetri e i muri di casa. Sembrava un bombardamento… Che brutta impressione’’.

Anche in questo caso il rumore fortissimo era stato causato da due aerei militari. I velivoli hanno sfondato il muro del suono, probabilmente a quota più bassa rispetto al solito, mentre passavano sopra alla città, facendo vibrare porte e finestre nelle case. Il boato è stato udito fino a Ravenna e sull’Appennino fino a Rocca San Casciano. 

Allerta terrorismo, nella notte un boato fortissimo e poi la scoperta choc: sull’aereo in pista, purtroppo, c’era una donna…