Acqua contaminata: scatta in ritiro del ministero della Salute. Ecco marca e lotto


l Ministero della Salute richiama un lotto di acqua Sorgesana, della Lete, “per rischio microbiologico”. Ma sul sito dell’azienda, che ha avvisato i rivenditori, non compare nulla. Le bottigliette interessate sono da 50cl. Il lotto incriminato ha scadenza 13/02/21 ed è contrassegnato dal numero L402 14. Alla base del richiamo la presenza del batterio Pseudomonas aeruginosa, ce può essre responsabile di una serie di patologie respiratorie o carico del sistema urinario o gastrointestinale.

È un batterio che di solito attacca persone immunodepresse specialmente negli ospedali. È consigliabile controllare l’eventuale possesso di una bottiglietta appartenente al lotto e, eventualmente, restituire il prodotto non consumato al punto vendita. (Continua a leggere dopo la foto)






L’infezione da Escherichia coli, che può provenire da acqua o cibo contaminati – soprattutto da alimenti come frutta e verdura, che vengono spesso consumati crudi, ma anche da latte non pastorizzato e carne non cotta – può risultare molto pericolosa soprattutto per i bambini piccoli e gli anziani, che possono sviluppare una forma di insufficienza renale pericolosa per la vita chiamata sindrome emolitico uremica. L’E. coli è sensibile al calore: la cottura dei cibi permette quindi di neutralizzarlo. (Continua a leggere dopo la foto)






Nei giorni scorsi il ministero ha diffuso due richiamo
per rischio microbiologico per Salmonella spp e intossicazione da istamina. Il primo riguarda un lotto di cozze della specialità “Muscolo Spezzino” per la presenza di Salmonella spp. Il prodotto interessato è venduto in sacchetti di rete da circa 2 kg e confezioni commerciali da 5/10 kg, con il numero di lotto 09-09-19 FL. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Le cozze richiamate sono trattate da Antonio Verrini e Figli S.p.A e dalla COOP.MITILICOLTORI ASSOCIATI ARL in provincia di La Spezia, nello stabilimento di via S. Teresa n 21 a Lerici. L’indicazione del ministero è di “non consumare il prodotto ancora in proprio possesso: smaltirlo o riconsegnarlo al punto vendita di acquisto“.

Luca Onestini ospite da Caterina Balivo. L’affondo a Barbara D’Urso è pesantissimo: gelo totale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it