Tragedia in sala parto: prima muore la piccola e poco dopo anche la mamma


Siamo ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo. Ed è qui che si è consumata una vera e propria tragedia in sala parto. Una donna di 36 anni è morta dopo aver dato alla luce una bambina senza vita. La mamma deceduta, originaria del Burkina Faso e residente a Torre Boldone, aveva altre due figlie di 7 e 11 anni. La terza bambina avrebbe dovuto portare nuova gioia nella famiglia, ma qualcosa è andato storto e la piccola è morta durante il parto. Le condizioni delle 36enne in seguito sono peggiorate, forse per una emorragia, ed è stata trasportata al Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove è spirata oggi, mercoledì 18 settembre.

La notizia è confermata dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, che ha espresso “cordoglio e vicinanza” alla famiglia della donna e ha comunicato “di aver già chiesto all’Ats di Bergamo di attivare una commissione di verifica, che sarà affiancata da specialisti del ‘Percorso nascite’ della direzione generale Welfare, per far luce su quanto accaduto”. Continua a leggere dopo la foto







L’ospedale di Alzano Lombardo ha diramato una nota in cui spiega che il travaglio era stato “regolare” ma in seguito “è insorta improvvisamente una grave emergenza ostetrica”. “Nonostante il taglio cesareo eseguito in emergenza alla nascita la bambina non appariva vitale. Sono state comunque eseguite prolungate manovre rianimatorie, che non hanno dato purtroppo esito favorevole – prosegue la nota dell’ospedale -. Continua a leggere dopo la foto




Le condizioni della mamma si sono repentinamente aggravate, con immediato arresto cardiocircolatorio. Le manovre rianimatorie hanno prodotto la stabilizzazione clinica, ma la successiva evoluzione è stata purtroppo infausta”, conclude il comunicato, con “il più profondo cordoglio ai familiari e siamo loro vicini nell’immenso dolore”. Continua a leggere dopo la foto


 


Una storia che ricorda vagamente quella di Ilaria Oldoni, 29 anni, che abitava a Calcinate con il padre della bimba che stava aspettando, dopo i primi esami ha avuto la conferma dai medici: il feto non aveva più battito. Ha affrontato lo straziante calvario di un parto indotto, necessario davanti a una morte intrauterina, ma da quel parto Ilaria non si è più ripresa: è deceduta nel pomeriggio del 6 gennaio 2019, nel Policlinico, per shock emorragico, stando a quanto dichiarato dalla struttura sanitaria, che fa parte degli Istituti ospedalieri bergamaschi-Gruppo San Donato.

Ti potrebbe anche interessare: “Pietro era unico”. Daria Bignardi, il ricordo di Taricone spezza il cuore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it