Alba di sangue sulla strada, morti 2 ragazzi di 20 e 28 anni: un destino senza pietà


Dramma sulle strade italiane. Ancora una volta le vittime sono giovanissime. Sono due i morti sul Grande raccordo anulare a causa di un incidente tra un’auto e una moto. Nelle prime ore del mattino il Gra è stato chiuso in carreggiata interna in corrispondenza del km 22, a Settebagni. Sul posto operatori del 118, Polizia stradale e squadre Anas impegnate nella gestione della viabilità per i rilievi. Le vittime sono C.F., 20 anni, di Zagarolo, che era alla guida dell’auto. Sulla moto invece un 28enne polacco, K.H.L.

Non si arresta la scia di sangue sulle strade della Capitale. Il bilancio delle vittime da gennaio a oggi a Roma e provincia sale a 102. Metà di queste di trovavano in sella a moto o scooter. Gli ultimi tre in ordine di tempo sono avventi giovedì scorso: il primo a perdere la vita Fabio Scopelliti morto sulla Tangenziale est sbalzato fuori dalla sua Smart dopo aver perso il controllo dell’auto, poco dopo Fiorella Rossi è morta sul colpo dopo essere stata investita da un’auto al Collatino Continua dopo la foto







Anche per Daniele Calcatelli, 26 anni, rimasto coinvolto in un incidente con altri mezzi sulla Casilina, non c’è stato nulla da fare. Sempre la notte scorsa era morto Alfonso Taglialavoro, in seguito ad un incidente verificatosi sulla Palermo-Agrigento, all’altezza dell’ex stazione ferroviaria di Comitini. Ancora da chiarire la dinamica di quanto successo: stando ad una prima ricostruzione dei fatti, il giovane avrebbe perso il controllo dell’auto su cui viaggiava. Continua dopo la foto




Una Golf Volkswagen, mentre percorreva la statale 189, ribaltandosi e finendo in una scarpata. Aveva appena riaccompagnato la fidanzata Asia a Casteltermini e stava facendo rientro a casa dopo aver trascorso in giro il sabato sera. Era notte fonda quando è accaduto il sinistro ma nessuno ha dato l’allarme fino all’alba di questa mattina, quando è arrivata una telefonata ai carabinieri della Compagnia di Canicattì che si sono precipitati sul posto. Continua dopo la foto


 


Ma per lui non c’era nulla da fare: inutile si è rivelato anche l’intervento del 118, che ha potuto solo dichiarare il decesso del giovane. Vittima dell’ennesimo incidente. Vittima di una strada e un destino senza pietà.

Ti potrebbe anche interessare: “Tutto cambiato”. Simona Ventura lo dice senza timore: difficile non essere d’accordo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it