Incendio spaventoso in città: fiamme alte decine di metri. Vigili del fuoco al lavoro


Un terribile incendio si è sviluppato in una fabbrica di batterie per automobili. Ignote per ora le cause, al lavoro vigili del fuoco e mezzi di soccorso per scongiurare pericoli e limitare i danni. L’incendio, visibile a chilometri di distanza, sta interessando la zona orientale di Avellino, a Pianodardine per l’esattezza, all’altezza della variante che attraversa la zona industriale alle porte del capoluogo irpino. Dal rogo si è sprigionata un’alta e densa nuvola di fumo nero, che ha invaso gran parte della città.

A bruciare, come detto e riportano i vigili del fuoco del Comando Provinciale di Avellino a Fanpage.it, la Igs, una fabbrica di componenti in plastica per batterie di automobili: si sarebbe verificata anche un’esplosione. Sul posto stanno convergendo numerose autobotti dei pompieri, che si stanno adoperando per domare le fiamme: l’intervento è reso difficoltoso dalla presenza di materiale altamente infiammabile. Al momento non è ancora nota la natura del rogo, né se ci siano feriti o intossicati. Continua dopo la foto







Coloro che vivono nelle immediate vicinanze dell’incendio, però, stanno cominciando ad accusare difficoltà respiratorie, fastidi alla gola ed eccessiva lacrimazione degli occhi: l’aria sta diventando pian piano davvero irrespirabile e l’intera zona, soprattutto le aziende vicine, in via precauzionale è stata evacuata. Sul posto stanno arrivando anche i tecnici dell’Arpac per valutare le sostanze tossiche rilasciate nell’atmosfera. Continua dopo la foto




La nube, molto vasta, è visibile anche dai paesi limitrofi e sta arrivando ad oscurare il cielo anche nel centro di Avellino, con i cittadini preoccupati che stanno rivolgendo gli sguardi all’insù. Il maxi rogo che sta colpendo la città irpina arriva a circa 24 ore di distanza da quello che ha colpito Battipaglia, nella provincia di Salerno. Un incendio molto simile, visto che ad andare a fuoco è stata una fabbrica di pneumatici. Continua dopo la foto


 


Scenario molto simile quello che accomuna le due città campane, visto che ieri anche Battipaglia è stata invasa da una nube di fumo nero che ha reso l’aria irrespirabile, a tal punto da indurre gli enti preposti a disporre la chiusura, sia ieri che oggi, delle attività commerciali e delle scuole nel raggio di un chilometro dal luogo dell’incendio. La lotta per domare l’incendio sarà ancora lunga.

Ti potrebbero interessare: Silvia Toffanin in costume da bagno è una dea: l’ultimo scatto in bikini stende tutti. Il fisico è da dieci

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it