Mariano è morto, sbalzato fuori dall’auto: 21 anni tra pochi giorni


Un’altra giovane vita strappata. Un terribile incidente che non gli ha lasciato scampo. Così è morto la notte scorsa Mariano Casale, un ragazzo di soli vent’anni. A quanto si apprende, Mariano Casale era a bordo della sua auto, un’ Alfa Romeo Mito, quando si è scontrato con un’altra vettura, una BMW guidata da un ragazzo della zona. Un impatto violentissimo, verificatosi in località Prato Perillo di Teggiano, sempre nel salernitano: il ventenne è stato sbalzato fuori dall’abitacolo dell’auto ed è morto sul colpo.

Nell’incidente è stata coinvolta anche una terza auto, una Golf, che sopraggiunta dopo il primo impatto non è riuscita ad evitare le due vetture ferme sulla carreggiata: altre due persone, a bordo delle due auto coinvolte, sono rimaste ferite e sono ricoverate in maniera non grave all’ospedale di Polla. Mariano Casale avrebbe compiuto 21 anni tra qualche giorno, il prossimo 12 settembre: la salma è stata portata proprio all’ospedale di Polla. Continua dopo la foto







Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina ed i sanitari del 118. Mariano Casale è solo l’ultima vittima della strada. Non sono buoni gli ultimi numeri sugli incidenti stradali in Italia. Dopo un anno di incoraggiante calo le cifre relative ai primi mesi del 2019 parlano di un +7% di vittime da sinistri stradali. Continua dopo la foto




Continuando di questo passo sembra purtroppo allontanarsi l’ambizioso obiettivo del piano UE secondo cui l’Italia sarebbe dovuta scendere nel 2020 a ‘soli’ 2000 morti, visto che le stime proiettano la cifra finale di quest’anno a circa 3.500. “Se nel 2017 era stato registrato un +2,9% di morti sulle strade con 3.378 decessi”, ha spiegato Giovanni Busacca, direttore del servizio di polizia stradale e presidente di Viabilità Italia, “Nel 2018 il dato è stato in calo, con un -2%, ovvero 3.310 vittime”. Continua dopo la foto


 


Poi conclude: “ Numeri che comunque non ci fanno essere contenti perché vuole dire che ci sono stati nove morti al giorno sulle strade. Ma il vero allarme però è per l’anno in corso, visti i dati dei primi mesi che abbiamo in possesso: il 2019 potrebbe infatti far segnare un tragico +7% di morti sulle strade”. Tanti come Marino Casale, volato via troppo presto su una strada.

Ti potrebbe anche interessare: “Sono gay. L’ho detto a mia moglie e a mia figlia”. La confessione dello chef italiano

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it