È italiano il miglior oncologo al mondo per la cura del cancro ai polmoni


È italiano, precisamente di Napoli, uno dei migliori oncologi del mondo, il numero uno per la cura del tumore ai polmoni. Il dottor Cesare Gridelli lavora all’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino. Secondo Expertscape, associazione statunitense di Palo Alto accreditata nel settore, che ha stilato l’elenco degli specialisti in materia sulla base delle ricerche e pubblicazioni effettuate negli ultimi 10 anni, Gridelli è il maggior esperto nel suo settore.

Nato a Napoli nel 1961, il medico era già stato insignito del prestigioso riconoscimento nel 2014. Dal Dicembre 2001 è Direttore dell’Unità Operativa a Struttura Complessa di Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera “S.G.Moscati” di Avellino”. Dal Dicembre 2003 è Direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia dell’Azienda Ospedaliera “S.G. Moscati” di Avellino. Nel corso della sua carriera, come riportato da ‘Napoli Fan Page’, iniziata con la laurea in Medicina e Chirurgia conseguita con lode all’Università Federico II di Napoli. (Continua a leggere dopo la foto)






Inoltre è stato autore di centinaia di pubblicazioni su riviste italiane e straniere, tra cui il Journal of Clinical Oncology, Journal of the National Cancer Institute, Lancet Oncology e New England Journal of Medicine. Negli ultimi anni, gli sforzi di Gridelli si sono concentrati nello sviluppo di nuovi farmaci biologici a bersaglio molecolare. Il medico è uno dei professionisti più affermati nella cura del cancro al polmone. (Continua a leggere dopo la foto)






Tra i numerosi riconoscimenti nel 2018 si è aggiunto il Premio alla carriera ricevuto nell’ambito delle Giornate internazionali della Scuola medica salernitana. Una cerimonia che ha visto tra i protagonisti anche il governatore della Regione Vincenzo De Luca il quale ha ribadito il massimo impegno per la sanità in Campania annunciando un ‘’concorso per assumere 6 mila unità nelle aziende ospedaliere della Regione’’. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Gridelli nel ricevere il premio ha parlato di Avellino come centro di eccellenza per le cure oncologiche, un polo destinato a crescere grazie ad una serie di iniziative in programma che saranno rivelate a breve. Intanto, lunedì 29 ottobre, presso il Viva Hotel, l’Asl di Avellino presenterà i dati del registro tumori. Per lo scienziato si tratta di risultati fondamentali per la ricerca oncologica con i quali si potrà monitorare l’andamento delle patologie in base ai casi di cancro diagnosticati in Irpinia.

Strage al concerto del rapper: morti 5 giovanissimi, 20 persone ferite

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it