Andrea, una vita di sogni spezzata a 21 anni. Lo schianto in auto è fatale


i chiamava Andrea Aromi il 20enne di San Lazzaro di Savena morto poco prima delle sette del 16 agosto in autostrada. Ferito, ma non in pericolo di vita, anche l’amico che viaggiava con lui, un 21enne di Bologna. L’incidente è avvenuto sulla A14, nel tratto da Cesena Nord e Forlì, all’altezza del chilometro 82. Secondo quanto ricostruito dal quotidiano ForlìToday, l’auto, una Matiz, è finita improvvisamente contro il new-jersey laterale destro.

La Polizia stradale, intervenuta sul posto per i rilievi, non ha individuato segni di frenata, quindi il conducente del veicolo, il 21enne, potrebbe aver avuto un colpo di sonno. Il giovane deceduto, invece, si trovava sul sedile posteriore, presumibilmente stava dormendo e non si accorto di niente. L’ipotesi è che i due giovani stessero facendo ritorno a casa dopo la notte di Ferragosto passata al mare, e che sia stato un colpo di sonno o un malore ad aver causato la fatale sbandata. (Continua a leggere dopo la foto)



A settembre Andrea Aromi avrebbe iniziato un tirocinio nello studio di commercialista della zia. Si era appena diplomato Andrea, aveva 21 anni e tanti progetti in tasca e sogni in testa. Un futuro che si è spento nell’abitacolo di una Matiz ridotta a scatoletta di tonno, perché finita fuori strada sull’autostrada A14 tra Cesena Nord e Forlì, nella brezza di un’alba fresca e tragica. Viveva a San Lazzaro con i genitori, figlio unico e amatissimo, adottato quando aveva solo due anni Andrea. Aveva frequentato le medie alle Jussi e poi l’istituto Mattei. Ieri mattina è toccato alla mamma e al papà riconoscere il corpo all’obitorio di Forlì. (Continua a leggere dopo la foto)


I due erano stati a una festa a Riccione insieme ad altri amici. Poi, intorno alle 6 del mattino, erano risaliti a bordo della Matiz di uno dei due per fare ritorno verso casa, a Bologna. Ma a casa non ci sono mai arrivati. In autostrada, all’altezza del chilometro 82 tra Forlì e Cesena Nord, la macchina ha sbandato ed è finita contro il new jersey laterale destro e infine contro il guard rail. L’auto si è ridotta ad un ammasso di lamiere, per estrarre i due ragazzi dall’abitacolo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Per Andrea, che era sul sedile posteriore forse addormentato, non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti il 118 e il personale della polizia Stradale di Cesena e Forlì per i rilievi. L’amico che era al volante è stato portato in elisoccorso in gravi condizioni all’ospedale di Cesena. Il tratto di autostrada è stato chiuso in entrambe le direzioni per permettere l’atterraggio dell’elicottero e per tutta la mattinata di ieri si sono formate lunghe code a causa del restringimento della carreggiata per consentire i rilievi.

Si tuffa per salvare il fratello in pericolo: morti entrambi. Avevano 17 e 18 anni