“Poteva accadere anche ai nostri figli”. Assurdo (e pazzesco) quello che è avvenuto in una scuola italiana. Le madri di quei bambini sono rimaste scioccate. È successo proprio sotto i loro occhi


 

Ogni mattina portiamo a scuola i nostri figli pensando di mandarli in un posto sicuro. E in effetti è così, vanno negli istituti per imparare, per stare con i loro coetanei e sono protetti in un ambiente fatto a loro misura. Poi, però, qualche volta accadono fatti imprevisti e imponderabili che ci lasciano senza parole e preoccupati. E la notizia di questi due bambini di quinta elementare rimasti feriti in un incidente a scuola, causato da una problematica strutturale, ci riempie di apprensione.
(Continua a leggere dopo le foto)












 


È successo questa mattina nella scuola elementare Saffi di Carrara, dove dove due bambini di quinta sono rimasti feriti nel cortile a causa del crollo di un cancello del peso di 70 chili. Uno di loro è stato colpito alla testa ed è stato subito trasferito al Nuovo ospedale delle Apuane. Il compagno di classe, invece, è stato ferito lievemente a una mano. L’incidente è accaduto intorno alle 13. Entrambi i bambini sono stati dimessi in serata.
(Continua a leggere dopo le foto)


Gli alunni, come ogni giorno, stavano attraversando il sottopassaggio che collega le aule con la piazza principale della città. Il cancello ha due ante, ma una di queste era rimasta chiusa da tempo perché difettosa. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, un’insegnate, che non sapeva della pericolosità, avrebbe aperto proprio l’anta mal funzionante che, in un attimo, si è ribaltata piombando sui piccoli. Le madri, che stavano aspettando i bambini nella piazza, hanno assistito in presa diretta alla scena, rimanendo sconvolte da quanto stava succedendo, proprio sotto i loro occhi. Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri e ambulanza.
Dopo l’accaduto, la Dirigente Scolastica Luciana Ceccarelli ha fornito alcune delucidazioni:
(Continua a leggere dopo la foto)

“Avevamo segnalato il problema al Comune, il cancello è caduto colpendo lievemente al capo un bambino, un altro è stato colpito a un dito. Ho preso il cellulare della madre poiché possa sincerarmi, nelle prossime ore, delle condizioni di salute del bimbo. Comunque era cosciente quando è salito in ambulanza, credo che sia stato più lo spavento che altro. Il bimbo si è spaventato perché ha sentito urlare la mamma che era davanti a lui”.

Ti potrebbe interessare anche: Vicepreside suicida per la vergogna, collezionava foto dei suoi studenti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it