Schianto contro il guardrail, muore bimbo di 4 anni: l’auto tagliata in due


Un drammatico incidente nel potentino è costato la vita a un bimbo di 4 anni. L’incidente si è verificato poco dopo le 17 di ieri sabato 10 agosto. Per cause ancora da accertare l’auto si è schiantata contro un guard rail. Secondo quanto si è appreso in un primo momento, nello schianto sono rimasti gravemente feriti anche i genitori del bimbo. I due, comunque, non sarebbero in pericolo di vita. Subito dopo il tragico impatto sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e il personale del 118 che ha trasportato con una eliambulanza i feriti all’ospedale San Carlo del capoluogo lucano. I due hanno riportato diversi traumi e sono tutt’ora ricoverati a Potenza.

In particolare lo schianto sarebbe avvenuto in contrada Tusciano, sulla strada statale 94 dir, al chilometro 11. La famiglia rimasta coinvolta nell’incidente stava viaggiando a bordo di una Peugeot 207 che andava in direzione Vietri e sarebbe finita fuori strada andando a schiantarsi contro il guardrail nella corsia opposta. Continua dopo la foto



E proprio le barriere di sicurezza avrebbero trafitto il veicolo, uscendo dal lunotto posteriore. Resta da chiarire quali siano le motivazioni che hanno causato l’incidente e la conseguente tragedia. Nella mattinata di ieri un altro terribile incidente si era verificato sulla A2, al km 39,600, tra gli svincoli di Eboli e Campagna, in provincia di Salerno, in direzione Sud (Villa San Giovanni). Le vittime, padre e figlio, originari di Gela, in Sicilia, erano due operai che tornavano a casa da un periodo di lavoro. Continua dopo la foto


Il conducente ha perso il controllo dell’auto probabilmente per un colpo di sonno.Per alcune ore sono stati forti i disagi per coloro che sono su quella direttrice: lì dove c’è stato l’incidente si poteva percorrere soltanto la corsia di marcia e quella di sorpasso, mentre era chiusa la corsia di destra. In corrispondenza del sinistro si transitava sulla corsia di marcia e su quella di sorpasso, mentre era stata chiusa la corsia di marcia lenta. Continua dopo la foto


 


Il personale Anas e le Forze dell’Ordine erano presenti sul posto per la gestione della viabilità e per effettuare i rilievi del caso, al fine di ripristinare la regolare circolazione appena possibile.

Ti potrebbe anche interessare: “Sempre più vecchia!”. Caterina Balivo, valanga di critiche per l’ultima foto