Schianto nella notte, Giorgio è morto sul colpo. Viaggiava accanto alla moglie


Ancora sangue sulla strada. La vittima era un uomo di 57 anni di San Mauro Pascoli, Giorgio Salomoni. La tragedia è avvenuta verso le 20,30 sulla Provinciale 10 Cagnona nel territorio di Savignano in un tratto rettilineo. Qui una Opel Astra, con a bordo due giovani tedeschi (entrambi 21enni) diretti a Gatteo Mare per le vacanze, ha sorpassato a forte velocità (così hanno riferito alcuni testimoni) una fila di auto tra le quali anche quella del presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che era insieme alla moglie e alla figlia.

Pure lui è stato sentito come testimone dalla polizia locale dell’Unione. Mentre l’Opel Astra stava effettuando il sorpasso, dall’altra direzione arrivava una Micra con al volante Giorgio Salomoni al suo fianco la moglie. L’utilitaria, secondo una prima ricostruzione, ha svoltato sull’altra corsia per tornare indietro, considerando che la fila delle auto fosse ancora lontano. Invece stava arrivando l’Opel Astra, in fase di sorpasso che ha colpito con forza la Micra. Continua dopo la foto







Giorgio Salomoni, riporta il Resto del Carlino, ha cessato di vivere poco dopo sull’ambulanza che stava procedendo verso il Bufalini. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, ovviamente il 118 e la polizia locale dell’Unione che ha gestito il traffico chiudendo la strada. La moglie della vittima è rimasta ferita, trasportata al Bufalini di Cesena le sue condizioni non sono gravi. In pratica illesi invece i due tedeschi che non si sono nemmeno recati al Bufalini. Continua dopo la foto




Nei giorni scorsi, l’Istata ha diramato un documento sugli incidenti in Italia. Tra tutti i conducenti coinvolti in incidenti, è particolarmente alto il numero di quelli tra i 40 e i 49 anni (21%), seguiti dai giovani tra i 20 e i 29 anni (19%) ma si registrano proporzioni elevate anche tra i più anziani (8% con età 70 anni e più). Rispetto ai patentati la probabilità di essere coinvolti in un incidente è più elevata nei giovanissimi, mentre decresce a partire dai 25 anni. Continua dopo la foto


 


Cambiano anche i luoghi dei sinistri: “Nel 2018 – spiegano infatti i ricercatori – è diminuito il numero di incidenti su strade urbane (126.701; -2,9%) e autostrade (9.372; -0,2%), mentre è aumentato sulle extraurbane (36.271; +3,4%). In città e in autostrada sono diminuiti anche i feriti (169.573 e 15.440 rispetto a 174.612 e 15.844 del 2017, pari a -2,9 e -2,5%). Crescono (+10,5%) i morti su autostrade (i 43 morti di Genova sul Ponte Morandi sono compresi nella statistica), mentre scendono quelli all’interno dei centri abitati (-4,4%) e sulle strade extraurbane (-1,2%)”.

Ti potrebbe anche interessare: Carabiniere ucciso, dalle indagini emerge una verità inquietante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it