“Colpa vostra”. Incidente di Jesolo, squallore contro le 4 giovani vittime


Non si ferma neppure davanti alla tragedia di quattro ragazzi la lingua maleodorante e puzzolente dei social. Non basta il paese di Jesolo distrutto dal dolore. Non bastano le esistenze di 4 ventenni strappate all’amore di amici e famiglia per avere silenzio e rispetto. Un mondo, quello dei social, che punta il dito e insulta. Che giudica senza pensare o mettersi dall’altra parte. Accade così che le quattro vittime vengano ricoperti di parole vergognose che una madre sia chiamata a rispondere a un manipolo di mentecatti, aggiungendo rabbia al dolore.

“Mio figlio e i suoi amici non erano né drogati né ubriachi, come ho letto sui social. Erano ragazzi che avevano con un’educazione d’altri tempi”. Sono parole amare quelle di Milena Smaniotto, mamma di Leonardo Girardi che, due giorni dopo il dramma, trova la forza di zittire coloro che in rete hanno bollato la tragedia come strage del sabato sera, adombrando che le quattro giovani vittime non fossero in sé, tra le cause dell’incidente scrivendo: “Ve la siete cercata”. Illazioni circolate on line che amplificano il dolore dei parenti e degli amici. Continua dopo la foto







Sono giorni difficili per Jesolo e per tutti. Nei giorni scorsi, subito dopo la tragedia, lo aveva rimarcato il padre di Giorgia , l’unica sopravvissuta dell’incidente. Scosso, che manda il suo primo pensiero a quei ragazzi, alcuni albanesi di ritorno da un giornata al mare, che non hanno avuto esitazioni, si sono buttati in acqua e l’hanno strappata dalla morte. “Sono fortunato perché Giorgia è qui, ma è come se avessi perso quattro figli, gli amici di una vita di mia figlia”, ha aggiunto. “Perdonare? Voglio solo che la giustizia faccia il suo corso”. Continua dopo la foto






“Ringrazio anche quel ragazzo che ha agganciato la sua macchina a quella incidentata per tirarla fuori dall’acqua… ma il cavo si è rotto e non ha potuto far altro. Lo ringrazio tanto. Un grazie anche a quella signora che ha dato il telefono a mia figlia per chiamarmi. Grazie ai pompieri, alle forze dell’ordine al personale medico: siete stati tutti umani”, ha sottolineato. Continua dopo la foto



 


La voce del padre si spezza a tratti per l’emozione mentre parla: “Mia figlia continua a ripetere: “Eravamo tranquilli, stavamo tornando a casa, fino a quando siamo stati urtati da una macchina”. La vettura di cui parla è presumibilmente la Golf del romeno 26enne residente a Musile di Piave fermato per omicidio stradale plurimo e omissione di soccorso. Giorgia nell’incidente ha perso il suo fidanzato, Riccardo Laugeni, alla guida dell’auto. Un altro amore è finito per sempre, quello tra Eleonora Frasson e Leonardo Girardi, fidanzati da qualche anno. Nell’impatto ha perso la vita anche Giovanni Mattiuzzo.
Il sindaco di Jesolo annuncia il lutto cittadino – La città di Jesolo “si unisce nel cordoglio alle comunità di Musile di Piave e San Donà di Piave per i quattro giovani che hanno perso la vita sulle strade della località nella notte tra sabato 14 e domenica 15 luglio”.

Ti potrebbe anche interessare: “Sta con lui!”. Il gossip su Raffaella Fico e il nuovo (famoso) flirt esplode: chi è

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it