Patente sospesa e multa salata: non fatelo! Sanzioni più dure con il nuovo Codice della Strada


Novità fresche in arrivo per gli automobilisti e non solo. La Commissione Trasporti di Montecitorio ha infatti modificato il Codice della Strada attraverso un disegno di legge che, adesso, approderà alla Camera e successivamente al Senato per un secondo check. Nuove regole, nuove sanzioni, nuovi provvedimenti da prendere e nuove normative da seguire per essere sicuri al volante. E anche per evitare sempre spiacevoli sorprese.

“Si tratta di un ulteriore passo in avanti in tema di mobilità sostenibile e miglioramento degli spostamenti dei cittadini – ha spiegato Michele Dell’Orco, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, in quota Movimento Cinque Stelle – Sono soddisfatto del lavoro fatto con i parlamentari e auspico che il Parlamento possa licenziare in autunno questa importantissima legge modifiche o cancellate quelle appena approvate”. Ma cerchiamo di capire, nel pratico, cosa cambierà. Continua a leggere dopo la foto.








Si parte da multe e sanzioni più severe innanzitutto per chi usa il cellulare alla guida, per cui sono previsti da 7 giorni a 2 mesi di sospensione della patenta. E il provvedimento scatterà alla prima violazione. “Sono misure positive – spiega Giordano Biserni, presidente dall’Asaps, Associazione amici sostenitori polizia stradale – Una modifica che finalmente colma un vulnus del CdS di fronte al dilagante utilizzo del cellulare non solo in fonia, ma anche nell’ancor più pericoloso utilizzo in messaggistica e navigazione”. Qualche dubbio invece rimane sull’ampliamento dei poteri ausiliari del traffico. Continua a leggere dopo la foto.





Nuove regole, insomma, per chi è distratto alla guida di un veicolo da smartphone, tablet o simili. Oltre alla sospensione della patente arriverà anche una multa, che dovrebbe aggirarsi tra i 422 e le 1.697 euro. Mentre ad oggi si era assestata tra le 160 e le 460 e con la sospensione della patente solo in caso di recidiva. Novità anche per le due ruote: si apre l’autostrada per le moto elettriche, mentre le biciclette saranno controllate con appositi semafori e strisce di arresto avanzate rispetto agli altri veicoli. Continua a leggere dopo la foto.

Asian businesswoman using smart phone while driving

Oltre alle multe però ci sono anche delle semplificazioni per i naviganti. Come ad esempio la richiesta del duplicato della targa in caso di deterioramento: niente più spese inutili di re-immatricolazione. Prolungata anche la validità del foglio rosa. Una piccola rivoluzione insomma. A cui dobbiamo abituarci presto.

Drogato, ubriaco e senza patente fa strage: morte 3 persone

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it