Schianto mortale, muore a 21 anni: l’auto si è disintegrata


Un morto e quattro feriti: è questo il bilancio dello schianto tra un Tir e tre auto avvenuto ieri mattina 8 lugliio attorno alle 7.30 nel Bresciano lungo la Sp9 a Verolanuova. Nell’incidente ha perso la vita un ragazzo di 21 anni, morto sul colpo. Dai primi accertamenti pare che la vittima viaggiasse in direzione Brescia e abbia improvvisamente sbandato. L’auto ha quindi invaso la corsia di opposta schiantandosi con l’autoarticolato frontalmente. Sul posto i Vigili del fuoco volontari e i carabinieri di Verolanuova.

Nei giorni scorsi un altro terribile schianto aveva causato la morte di un ragazzo di 20 anni sulla statale SS318 nei pressi di Gubbio. Due altri occupanti dello stesso veicolo, entrambi di 24 anni, sono stati trasportati in gravi condizioni dal 118 nel vicino ospedale di Branca. I feriti, come riferisce una nota dell’ufficio stampa dell’ospedale di Perugia, in collegamento con la centrale del 118 regionale, hanno riportato traumi importanti, con codice della massima gravità. Continua dopo la foto



Il giovane deceduto è originario di una cittadina della Media Valle del Tevere, mentre i feriti sono nati in stati esteri, ma sono residenti in Umbria. Tra le cause del terribile schianto si ipotizza un colpo di sonno che avrebbe provocato lo sbandamento dell’autovettura che ha finito la sua corsa contro la supporto della segnaletica fissa della statale. Per lui inutili i successivi soccorsi da parte di vigili del fuoco e sanitari del 118 giunti sul posto dopo la chiamata di emergenza. Continua dopo la foto


Per estrarlo dalle lamiere contorte della vettura i pompieri hanno dovuto lavorare a lungo ma quando lo hanno affidato alle cure degli operatori del 118 per lui era ormai troppo tardi ed è stato dichiarato morto sul posto. I familiari, appresa la notizia, hanno avuto un malore e sono stati assistiti dai sanitari del 118. Soccorsi e trasportati d’urgenza e in codice rosso in ospedale invece gli altri due amici coinvolti nell’incidente stradale. Continua dopo la foto


 


Si tratta di due 24enni, uno di origini albanesi e l’altro di origini romene, entrambi residenti nella zona di Marsciano, in provincia di Perugia. I due sono ricoverati con traumi importanti presso il Presidio Ospedaliero di Gubbio e Gualdo Tadino.

Ti potrebbe anche interessare: Lato B tonico, scolpito, perfetto: Michelle Hunziker svela il suo segreto