“E se Roberta Ragusa tornasse?”. Sara Calzolaio rompe il silenzio: parole che spiazzano


Ci sono nuove, inquietanti, rivelazioni sul caso Roberta Ragusa. Sara Calzolaio, compagna di Antonio Logli, ha deciso di rompere il silenzio in cui si era trincerata da tantissimo tempo. Una scelta per difendere il suo fidanzato, per fargli scudo e provare a scavare la verità. Il prossimo 10 luglio, infatti, ci sarà l’appello della Corte di Cassazione: in caso di conferma della condanna a 20 anni di reclusione, con l’accusa di omicidio volontario e distruzione di cadavere, scatteranno le manette.

Sara allora ha deciso di parlare e lo fa dagli studi di Quarto Grado: “Credo fermamente in Antonio, l’ho messo sotto torchio e lo difendo”, rivela la donna al conduttore Gianluigi Nuzzi che l’ha intervistata. “La mia colpa è di essermi innamorata di un uomo sposato ma il matrimonio di Antonio e Roberta era già finito da tempo”. Parla in maniera accorata ma decisa, sicura, seria. Perché la verità, stando alle sue parole, serviva innanzitutto a lei, per capire chi fosse l’uomo che aveva al suo fianco. E da Antonio ha ricevuto solo conferme sulla sua innocenza. Continua a leggere dopo la foto







“Lui mi ha risposto con lo stesso sguardo e sincerità di quando mi dice che mi ama – racconta – io gli credo fermamente e so che non può avere fatto una cosa del genere…”. Sara è sicura, Antonio Logli con la scomparsa di Roberta Ragusa non centra nulla. Lui “è una persona pacata, non cerca il litigio, vuole soltanto calmare le acque”. C’è poi spazio anche per i ricordi personali, per il rapporto di amicizia che c’era tra Roberta e Sara. Perché la donna fu assunta come colf ma avrebbe dovuto gestire l’autoscuola di famiglia. “Dovevo imparare a gestire i registri dell’autoscuola e quant’altro … con Roberta ci eravamo messe d’accordo così”. Continua a leggere dopo la foto.




“Roberta Ragusa mi fece un contratto come colf per risparmiare… ma quando arrivava in autoscuola mi faceva andare su a casa. Io mi rendevo conto che però non imparavo … a lei andava bene quella situazione ma a me no. Non erano gli accordi presi”. Poi iniziano i particolari: “Roberta sospettava che il marito la tradisse, che avesse un’altra. Glielo chiese e Logli rispose: ‘Con una donna così bella accanto non ho bisogno d’altro’”. Poi arriva la domanda con la D maiuscola. Continua a leggere dopo la foto


“E se tornasse Roberta Ragusa?” chiede il conduttore. La risposta di Sara Calzolaio è spiazzante: “Io sarei ben lieta di uscire da quella casa e sarei felice se tornasse. Ho le mie cose già pronte e impacchettate, sono pronta ad uscire da quella casa”. La parola fine a questa vicenda è ancora molto, troppo, lontana.

“Come la diarrea”. Clamorosi insulti a Salvini da parte di un vip. Ecco chi è

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it