“Ecco cosa le ha fatto quell’uomo”. Caso Fortuna Loffredo, le rivelazioni choc di Roberta Bruzzone gettano nuova luce sulle indagini. Cosa ha scoperto la nota criminologa


 

La criminologa Roberta Bruzzone ha effettuato il primo sopralluogo nel Rione Parco Verde di Caivano, il luogo in cui il 24 giugno del 2014 è stata uccisa la piccola Fortuna Loffredo. La Bruzzone è stata nominata consulente dalla famiglia della bimba, nel caso che vede indagato per omicidio e abusi sessuali il vicino di casa Raimondo Caputo.

(Continua a leggere dopo la foto)



“Difficilmente Caputo può aver fatto tutto da solo”. Questo è stato il commento della criminologa, a seguito del primo sopralluogo. “Ci sono delle incongruenze con la caduta di Fortuna – continuia Bruzzone –  le condizioni in cui è stato trovato il corpo e le testimonianze dei primi testimoni che l’hanno vista a terra”.Chicca ricordiamo che ha trovato la morte, precipitando dall’ottavo piano dello stabile.

(Continua a leggere dopo la foto)


Roberta Bruzzone, ormai sotto ai riflettori da tempo per essere consulente in diversi casi di cronaca nera, ha invitato tutti i residenti delle palazzine circostanti a collaborare alle indagini, portando la loro testimonianza, qualora avessero visto qualcosa. Alcuni inquilini, tra l’altro, sono stati indagati con l’accusa di aver reso falsa testimonianza ai magistrati che stanno indagando sui fatti di quel 24 giugno. Per gli inquirenti è stato molto difficile procedere con le indagini a causa dei comportamenti omertosi che sono stati riscontrati. La criminologa Bruzzone esorta le madri, con l’intento di toccare il cuore di chi potrebbe meglio di chiunque altro comprendere cosa significa perdere un figlio: “Facciamo un appello a tutte le mamme, siamo qui non solo per Fortuna ma anche per tutti gli altri bambini e i vostri figli”. 

(Continua a leggere dopo la foto)


La zona purtroppo non è nuova a vicende di questo tenore. Nello stesso palazzo, in circostanze analoghe a quelle in cui ha perso la vita la Fortuna è morto anche Antonio Giglio, 3 anni, precipitando anche lui dal balcone del settimo piano, lo stesso dove sembra sia stata stata vista l’ultima volta la piccola Chicca. 

 

Caso Fortuna, il presunto omicida e pedofilo entra in cella e… Veri attimi di terrore (c’era da aspettarselo)