Manuel Bortuzzo, il video choc della sparatoria dalle telecamere di sicurezza


Manuel Bortuzzo in piedi insieme alla fidanzata Martina davanti al distributore di sigarette. Si girano come chiamati da qualcuno che passa in strada a bordo di un motorino. Pochi istanti dopo, Manuel Bortuzzo viene raggiunto da uno dei tre proiettili che vengono esplosi e cade a terra. Pochi secondi e il dramma di Manuel si completa. Il video, pubblicato da Il tempo, sta facendo il giro delle rete e indigna ancora di più. Nelle ore scorse il cerchio si è chiuso. Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, i due giovani fermati per il ferimento di Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore raggiunto da un colpo di pistola al fianco la notte tra sabato e domenica scorsi in piazza Eschilo, all’Axa sono in carcere.

Come spiegano i legali, i due fermati volevano costituirsi già da domenica e per questo avevano contattato l’avvocato. “Avevano un peso sulla coscienza” riferisce De Federicis. In particolare, Lorenzo Marinelli ha dichiarato e fatto mettere a verbale: “Io mi sono costituito e vado in carcere perché è giusto che Manuel abbia giustizia”. (Continua dopo la foto)








Bazzano, che ha pianto durante tutto l’interrogatorio non sapeva della pistola, e dopo che Marinelli ha sparato gli ha detto: “Ma che hai fatto?”. E l’amico gli ha risposto: “Portami a casa da mio figlio”. I due hanno passato la notte in isolamento nel carcere di Regina Coeli e sono ora in attesa dell’interrogatorio di convalida. (Continua dopo la foto)





Intanto non sarà ancora sciolta la prognosi sulla promessa del nuoto per le Fiamme Gialle, ferito a colpi di pistola: lo riferiscono fonti sanitarie all’AdnKronos. Il giovane è al momento ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale San Camillo ed è ancora attaccato ai ‘drenaggi’. Secondo quanto si apprende, è infatti proprio l’attuale esigenza di ‘drenaggio’ a rendere impossibile il suo trasferimento in una struttura di riabilitazione. La prognosi sarà sciolta solo quando Manuel Bortuzzo non dovrà più essere drenato. (Continua dopo al foto)


 


Manuel che aveva commosso l’Italia al risveglio, quando, dopo che il padre gli aveva comunicato che non avrebbe camminato più, si è rivolto alla madre dicendole di essere forte. Un gesto che sintetizza non solo il grande cuore di Manuel ma la tempra di cui è fatto. Una battaglia lunga, contro un nemico feroce. Tutta Italia, per una volta, è unita al fianco di Manuel Bortuzzo.

Ti potrebbe anche interessare: Sanremo 2019, la gaffe di Claudio Baglioni durante il duetto gela l’Ariston

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it