Spari contro Manuel Bortuzzo, gli avvocati di Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano: “Hanno pianto”


Si sono presentati in Questura a Roma, accompagnati dai loro avvocati, due ragazzi di 24 e 25 anni di Acilia per il ferimento di Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore raggiunto da un colpo di pistola in piazza Eschilo, all’Axa, la notte tra sabato e domenica. Nell’interrogatorio negli uffici della Squadra Mobile, i due (Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano) hanno detto di “aver sparato per errore”. Lo scooter trovato bruciato a Villaggio San Giorgio apparterrebbe a uno dei due giovani. Nei pressi del pub di piazza Eschilo è stata trovata una pistola.

I due erano braccati dagli investigatori della Squadra Mobile insieme a quelli del Commissariato di Ostia Lido, che subito dopo la sparatoria si erano messi sulle loro tracce. I due hanno raccontato di essere stati riempiti di botte al pub ”da gente più grande, che ci aveva minacciato pesantemente, avevamo paura”, e per questo ”per cautela ci siamo armati”, senza dire però chi fossero. Nella puntata di ”Chi l’ha visto?” andata in onda mercoledì 6 febbraio sono stati ascoltati anche i legali dei due ragazzi di Acilia. (Continua a leggere dopo la foto)



“Hanno fatto un provvedimento di fermo e li stanno portando in carcere – ha detto Alessandro De Federicis, legale di Marinelli, il ragazzo che ha esploso i colpi contro Manuel – Si sono costituiti e hanno confessato” ha spiegato l’avvocato. E ha sottolineato che: “Sono distrutti, è stato un tragico errore, uno scambio di persona”. L’avvocato ha spiegato che i due “hanno pianto per tutto l’interrogatorio e che si sono costituiti perché ritengono che Manuel debba avere giustizia”. (Continua a leggere dopo la foto)




Sono entrambi accusati di tentato omicidio aggravato dai futili motivi e porto abusivo d’arma da fuoco. Abitano al Villaggio Giuliano, lotto di case popolari di Acilia, Lorenzo Marinelli ha detto di fare l’idraulico ed entrambi hanno sostenuto di aver ricevuto la pistola calibro 38 con cui hanno colpito Bortuzzo da una terza persona. Intanto, il papà di Manuel ha rivelato al figlio ”che non potrà più camminare ma anche che lo porteremo in un centro specializzato che gli darà ottime possibilità di migliorare la sua vita. È forte e quindi ce la farà sicuramente” ha detto Franco Bortuzzo, in un video pubblicato dal ‘Corriere.tv’. (Continua a leggere dopo la foto)

 


Manuel, ha aggiunto il papà, “mi ha detto: ‘mi sento mancare la parte di sotto’, lui è consapevole della sua situazione, non avrà bisogno di psicologi perché è una persona forte e penso che troverà da solo la forza per superare quanto gli è successo. Non ha pianto – ha continuato – io mi aspettavo una reazione diversa quindi vuol dire che sa che ce la faremo”.

Manuel Bortuzzo non potrà più camminare. I medici: “Lesione completa”