“Aiutateci, vi prego”. Francesco, 15 anni, scomparso nel nulla. Cosa si sa


Ora d’ansia a Foggia per un ragazzo di 15 anni. Da ieri mattina non si hanno più notizie di Francesco Pio Tomaiuolo, per gli amici Kekko. A quanto si apprende avrebbe fatto perdere le sue tracce dopo una telefonata fatta alla madre intorno alle 13 alla quale aveva riferito che avrebbe mangiato con alcuni amici in Mongolfiera e che sarebbe tornato alle 15. Purtroppo però, di lui non si hanno più notizie.

I genitori sono disperati. La madre Anna, scrive Foggi Today attraverso l’avvocato Laura Parisi, si rivolge ai foggiani chiedendo loro di contattare il 113 o il 112 o qualsiasi organo di pubblica sicurezza in caso di notizie, avvistamento o ritrovamento del ragazzo: “Aiutate una madre disperata, che non sa quale fine abbia fatto il figlio 15enne. Aiutateci a ritrovare Francesco Pio” l’invito alla città dell’avvocato Laura Parisi. Gli amici non l’hanno mai visto e l’hanno cercato fino a mezzanotte, ma nulla. (Continua dopo la foto)






Francesco Pio Tomaiuolo si intratteneva spesso in Piazza Italia, ma ieri nessuno l’ha visto. Il telefono è spento/non raggiungibile. La famiglia è disperata, si è già rivolta alla Polizia, che ha avviato le indagini e le ricerche. Il ragazzo è seguito dai servizi sociali, ma prima di ieri non si era mai allontanato senza dare notizie, tanto meno. Il caso di Francesco Pio Tomaiuolo purtroppo non è isolato. (Continua dopo la foto)






In Italia spariscono 3 minori al giorno. A livello territoriale il Lazio è la Regione più problematica: da sola raggiunge quasi un quarto del totale dei casi (23,3%), seguita dalla Lombardia con il 22,7%. La situazione sembra essere più controllata al Sud e nelle isole, che registrano complessivamente solo il 24,4%. Il fenomeno è monitorato a livello europeo da Missing Children Europe, network che riunisce 31 organizzazioni non governative in 27 Paesi Europei. (Continua dopo la foto)



 


Dal 2011 sono state 1,2 milioni le chiamate ricevute per i bambini scomparsi in tutta Europa. La situazione peggiore si registra in Romania, da cui arriva 1 denuncia su 5 e, più in generale, nell’Europa dell’Est, che raccoglie quasi il 50% dei casi trattati. Delle 190 mila chiamate, i bambini o gli adolescenti fuggiti o allontanati da casarappresentano la casistica più numerosa (57,2%), seguita dai minori rapiti da un genitore (23,2%). Circa 1 minore scomparso su 4 è stato coinvolto in situazioni di abuso, sfruttamento o abbandono.

Ti potrebbe anche interessare: Melissa Satta e Kevin Boateng. Lo scoop: “Avviate le pratiche per la separazione”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it