Piancavallo, bimba di 8 anni perde gli sci e cade dalla seggiovia


Non aveva probabilmente posizionato i propri sci correttamente sulla pedana preposta sulla seggiovia, la bambina triestina di 8 anni caduta ieri, domenica 6 gennaio 2019 circa alle 16, da un’altezza di 6 metri nel tentativo di recuperare gli sci, successivamente caduti a terra. L’incidente è avvenuto a Piancavallo, sull’impianto di risalita che porta al Sauc. Ne ha dato notizia Il Piccolo.

Soccorsa dai carabinieri del nucleo sciatori di Aviano è stata affidata alle cure del personale del 118, la bambina è stata trasportata con l’elisoccorso all’ospedale di Udine e le sue condizioni no sarebbero gravi. Ha sbattuto la testa, ma il casco ha attutito il colpo. Dopo il volo di sei metri la piccola, residente a Triste, è stata trasportata con l’elisoccorso all’ospedale di Udine dove si trova ricoverata in prognosi riservata. (Continua a leggere dopo la foto)



La memoria corre inevitabilmente alle tragedie che hanno segnato questi ultimi giorni di vacanza sulle piste da sci. Quelle in cui hanno perso la vita la piccola Camilla Compagnucci, la bimba di 9 anni morta il 2 gennaio mentre sciava sulle piste di Sauze d’Oulx, in Val di Susa. E poi Emily Formisano, 8 anni, deceduta in un incidente in slittino sulle Alpi serentine in Alto Adige. La mamma Renata Dyakowska, indagata come da prassi per omicidio colposo, lotta ora tra la vita e la morte all’ ospedale di Bolzano, per i traumi multipli riportati, al suo fianco ci sono il marito e il figlio, distrutti dal dolore. (Continua a leggere dopo la foto)


Oltre alla madre, la Procura di Bolzano ha iscritto nel registro un responsabile della società che gestisce il comprensorio sciistico del Corno del Renon. L’ ipotesi di reato è di omicidio colposo. La Procura ha, inoltre, posto sotto sequestro la pista nera ”Schwarzsee 2” su cui è avvenuto l’ incidente. La notizia della morte della piccola ha lasciato sconvolta anche la grande comunità dell’ Unione sportiva La Torre di Reggio Emilia, città in cui viveva la famiglia Formisano, e dove la ragazzina praticava pattinaggio sin da piccolissima. ”Era la bambina che tutti i genitori vorrebbero” racconta Anna Zecchini, responsabile del settore pattinaggio della polisportiva, ancora sconvolta. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Il giorno dell’Epifania, un ragazzo di 14 anni, di origini cinesi, è rimasto gravemente ferito sulle nevi della pista Camosci, nella stazione sciistica dei Piani di Bobbio, sulle montagne della provincia di Lecco. In base a una prima ricostruzione, il giovane stava sciando con un gruppo di coetanei quando, per ragioni ora in corso di accertamento, è caduto e ha riportato un grave trauma cranico facciale. Il 14enne è stato soccorso ed è stato trasportato all’ospedale di Como, con l’elisoccorso giunto da Bergamo.

Schianto sulla statale. Massimiliano, 29 anni, muore tra le mani dei medici