Trovano in strada un portafogli pieno di soldi. Ecco che fanno questi 2 bambini


E poi ci sono le storie belle come questa. Che scaldano il cuore e fanno capire che non è poi tutto da buttare. Succede a Milano e ha per protagonisti un pensionato e due bambini. Da poco erano terminate le lezioni quando Wembo e Savindu, due 13enne che frequentano la classe III B della scuola media sperimentale Rinascita Livi al Giambellino, hanno trovato un portafogli pieno di soldi in terra. Un bottino ghiotto che però non li ha ingolositi. Anzi,senza pensarci troppo hanno deciso di consegnarlo a una loro insegnante affinché contattasse il legittimo proprietario, un anziano che aveva appena ritirato la pensione.

Il gesto di Wembo e Savindu (il primo di origine cinese e il secondo arrivato a Milano dallo Sri Lanka), non è passato inosservato: il primo che ha voluto ringraziarli di persona è stato il proprietario del portafogli. L’uomo, profondamente grato e commosso, ha incontrato i due ragazzini a scuola consegnando loro due buste con un biglietto di ringraziamento e i soldi per una pizza a mo’ di ricompensa. (Continua dopo la foto)



Successivamente è stata però la stessa preside che ha sentito l’esigenza di elogiare pubblicamente i due alunni: “Sono profondamente orgogliosa del gesto compiuto dai nostri due allievi – ha scritto la dirigente scolastica Anna Pumpo in una circolare datata 6 dicembre e apparsa ieri sul sito dell’Istituto comprensivo statale Nazario Sauro, di cui la Rinascita-Livi fa parte – Sento il bisogno di elogiarli pubblicamente, per la loro correttezza e per l’esempio dato a tutti”. (Continua dopo la foto)


“A noi – ha aggiunto la preside nella circolare – interessa far crescere ed educare ‘alunni’ che, oltre al ‘sapere’, coltivino il senso civico e il rispetto per gli altri, in modo da divenire cittadini colti. A Rinascita tutti gli/le alunni/e hanno l’occasione di mettersi alla prova in un contesto privilegiato in cui imparano ad esercitare concretamente le regole della democrazia e della cittadinanza attiva”. E, almeno a giudicare da quanto fatto da Wembo e Savindu, gli insegnamenti della scuola stanno dando ottimi frutti. (Continua dopo la foto)


 


Una storia che fa bene, in un momento in cui il clima è sempre più avvelenato da un profondo risentimento nei confronti degli stranieri. Una recente indagine, pubblicata sui maggiori quotidiani italiani, ha infatti portato alla luce come mai come in questo periodo gli italiani si mostrino ‘poco caritatevoli’ – per usare un eufemismo – nei confronti degli immigrati.

Ti potrebbe anche interessare: Tapiro social a Barbara D’Urso: le veline palpano il seno e i social impazziscono