Roma, paura sulla tangenziale: 22enne lancia sassi contro auto


Un ragazzo di 22 anni è stato bloccato dagli agenti di polizia di Stato per aver lanciato pietre di grosse dimensioni sui veicoli in transito. Il giovane, originario della Guinea, si era appostato lungo il tratto di tangenziale di via Monti Tiburtini, a Roma. La segnalazione giunta al 112, poco prima delle 18 di venerdì 30 novembre da parte di diversi automobilisti, segnalava una persona che stava lanciando dei sassi contro i veicoli in transito.

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Sant’Ippolito, intervenuti immediatamente sul luogo indicato, hanno trovato diverse autovetture ferme con le luci di emergenza attivate ed i rispettivi proprietari spaventati che indicavano alla pattuglia un ragazzo che si nascondeva dietro un guard rail. Il 22enne è riuscito a centrare due autovetture, un furgone ed un autobus della linea Atac. Tantissima la paura tra gli automobilisti che transitavano nella zona. (Continua a leggere dopo la foto)




Una persona è rimasta ferita dalla sassaiola. Si tratta di uomo di 32 anni, ferito al naso da uno dei sassi lanciati dal ventiduenne. Due autovetture, un furgone ed un autobus sono i veicoli danneggiati dal ragazzo, che al momento dell’intervento delle forze dell’ordine si era nascosto dietro il guard rail. Gli automobilisti fermi con le quattro frecce lungo la tangenziale hanno indicato ai poliziotti il ‘nascondiglio’ della persona che ha causato i danni alle loro automobili. Individuato e bloccato il responsabile, stringeva ancora in mano una pietra di circa dieci centimetri. (Continua a leggere dopo la foto)



Dopo aver assicurato il ragazzo all’interno dell’auto della polizia, gli agenti si sono premurati delle condizioni delle persone ferme a bordo strada e hanno chiamato i soccorsi. Come detto un uomo di 32 anni è rimasto ferito al naso da uno dei sassi lanciati dal giovane guineano. Il bilancio della sassaiola: due autovetture con evidenti danni a uno sportello e con un finestrino rotto, mentre un furgone aveva una lesione al parabrezza. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Il guineano di 22 anni, è stato poi accompagnato negli uffici del commissariato dai poliziotti che, dopo aver raccolto le diverse denunce delle persone colpite, lo hanno tratto in arresto per danneggiamento aggravato. Quando si parla di sassi sulle macchine la memoria non può che tornare alla tragedia di Tortona di vent’anni fa. Un folle gioco che uccise un’incolpevole ragazza e relegò dietro le sbarre due fratelli e un cugino.

Pesaro, Nicholas Carloni muore a 20 anni. Il padre sul luogo dell’incidente per caso