Pesaro, Nicholas Carloni muore a 20 anni. Il padre sul luogo dell’incidente per caso


Uno schianto contro un albero e la vita di Nicholas Carloni, 20 anni, di Pesaro, è volata via in un attimo. L’incidente è avvenuto il 29 novembre intorno alle 20 subito dopo Santa Veneranda, in direzione Trebbio della Sconfitta, in provincia di Pesaro-Urbino, nelle Marche. Nicholas, per tutti Nikky Carl, come sottolineava nel suo profilo Facebook, era alla guida di una Mini. Viaggiava verso le colline.

Il ragazzo era alla guida di una Mini ed è finito contro una recinzione dopo aver sbattuto contro un albero. Poco prima delle ore 20, Nicholas è stato trovato così da un altro automobilista che ha allertato subito i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, la polizia municipale e i vigili del fuoco. Per il ragazzo, però, non c’era più nulla da fare. Al padre del giovane è toccata una sorte beffarda; uscito da casa, l’uomo si è imbattuto nell’incidente e ha scoperto così che suo figlio era morto. (Continua a leggere dopo la foto)




Un dolore lancinante. “Mio marito ha cominciato a cercarlo dappertutto – racconta mamma Michela al Messaggero – e quando ha capito che sull’ambulanza non c’era ha capito ”. L’uomo si è presentato ai soccorritori e ha scoperto così che il figlio era morto in quel terribile incidente.  Niente da aggiungere allo strazio che ne è seguito. Solo il dolore: un dolore raddoppiato. Per chi non c’è più e per chi resta. ”Vorrei vederlo ancora una volta il mio splendido, meraviglioso bambino – prosegue – sto aspettando solo questo”. Il racconto straziante della mamma prosegue. Sarà l’autopsia a chiarire la causa della morte, probabilmente, come spiega il quotidiano romano, è stato un colpo al collo a uccidere Nikky. (Continua a leggere dopo la foto)



“Era intatto Nicholas – ha spiegato Michela Massarini al Messaggero – aveva quasi un sorriso sul volto, quel sorriso che lo accompagnava sempre. Allora l’ho accarezzato e gli ho preso le mani: era il mio piccolo Re Leone. Gli piaceva tanto, se l’era persino tatuato. Nicholas e il papà ci giocavano sempre, era un giocherellone il mio Nikky”. L’ultima figlia della coppia fin dalla nascita soffre di una grave patologia. “Lei e Nicholas – ricorda la madre – erano legatissimi. E la piccola sentiva il rapporto speciale che l’univa al fratello. Quante volte la notte si è offerto lui di calmarla per lasciarmi riposare. Insieme erano speciali”. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Nicholas Carloni era conosciuto dagli amici come Nikky Carl e viene descritto come un giovane pieno di vita. La notizia del suo decesso ha fatto il giro della città in poco tempo. Il giovane, a quanto pare, ha perso il controllo della sua Mini andandosi a schiantare prima contro un albero e poi contro la recinzione formata da una rete e da alcuni paletti di cemento. Stava tornando a casa e non ci sarebbero altri mezzi coinvolti nell’incidente.

Elvira non ce l’ha fatta: è morta a 21 anni. Un brutto incidente, in auto 4 ragazzi