Napoli, benzina e chiodi contro la polizia. Cosa sta succedendo


Tensione e paura questa mattina a Napoli. Teatro via Camaldolilli dove la Procura partenopea aveva emesso ordine di abbattimento di due villette abusive. Non è la prima volta che le ruspe provano ad entrare in azione: già lo scorso 13 novembre il tentativo di sgombero era fallito per le forti resistenze dei residenti. In strada era stato versato olio ed erano state sparse masserizie, a mò di barricata per impedire l’intervento delle forze dell’ordine.

Un uomo era anche stato ricoverato per un malore. Stamattina il copione si è ripetuto: bande chiodate sono state posizionate a terra provocando la foratura di alcune auto delle forze dell’ordine Una donna, secondo quanto riferito dalla polizia, ha poi gettato della benzina contro gli agenti. In Questura sono stati portati tre uomini e una donna per l’identificazione e per valutare la loro posizione da parte della Procura di Napoli. Una delle famiglie interessate dallo sgombero si è allontanata subito mentre un’altra lo ha fatto dopo un po’ di tempo. (Continua dopo la foto)




Le operazioni di sgombero sono ancora in corso per consentire la liberazione dei locali dalle suppellettili. Uno dei residenti, inoltre, è salito su un capannone annesso a una della villette e ha minacciato di darsi fuoco con la benzina, poi desistendo dal suo proposito. Napoli, con tutti i distinguo del caso, come Roma dove, due giorni fa è terminata la demolizione degli otto villini abusivi appartenenti al clan Casamonica, nella periferia est della capitale. (Continua dopo la foto)



Sul posto anche il sindaco di Roma Virginia Raggi. Dopo l’intervento di sgombero delle abitazioni, eseguito martedì scorso da parte della Polizia Locale di Roma Capitale, erano entrate in azione le ruspe per la demolizione. Le operazioni hanno visto impegnate centinaia di persone: dagli agenti della Polizia Locale, che hanno presidiato l’intera area 24 ore al giorno, consentendo il regolare svolgimento dei lavori, al personale tecnico e agli operai che hanno lavorato senza sosta per portare a termine gli interventi di demolizione in tempi rapidi. (Continua dopo la foto)


Con la fine dei lavori di abbattimento, era stato possibile dare il via al ripristino della regolare viabilità nella zona. Si è già proceduto alla completa riapertura di via del Quadraro, in entrambi i sensi di marcia, e delle strade limitrofe. L’impegno, assicurano, proseguirà nelle prossime settimane, durante le quali si procederà con la rimozione e il relativo smaltimento dei materiali, al fine di liberare completamente l’area, che al temine dell’opera di risanamento, potrà essere restituita alla collettività.

Dietro le quinte del potere Business.it

Ti potrebbe anche interessare:  Spedisce lettera al papà ‘in paradiso’ per il compleanno. E gli arriva risposta..