Trovato morto Cristian Spinu, il giovane chef sparito a Venezia 2 settimane fa


Da quel 15 novembre, da quando il giovane chef aveva fatto perdere le sue tracce, le ricerche erano andate avanti senza sosta. Lo hanno cercato per tutta Venezia ma di Cristian Spinu, 26 anni, neppure un indizio. Gli inquirenti aveva cercato di ricostruire le ultime ore prima della scomparsa dello chef. Lo hanno fatto fino a poche ore fa quando il giallo è stato risolto. Il corpo del ventiseienne è stato ripescato dalle acque di un canalone della città lagunare. Sulla sua identità non ci sono grossi dubbi: gli abiti trovati sul cadavere sono gli stessi che Cristian indossava la sera della scomparsa. In segno di lutto, il suo datore di lavoro e i colleghi hanno scelto di non aprire il ristorante. L’ipotesi più accreditata, e che rende tutto ancora più atroce, è che il ragazzo abbia perso l’equilibrio e sia caduto in acqua, dove poi è annegato. Si escludono gesti di violenza o di autolesionismo.

Si conferma purtroppo il sospetto di amici e conoscenti, che sin dal primo momento avevano presagito un macabro incidente. “Dove può essere finito un ragazzo per bene che lavorava 12 ore al giorno e non aveva grilli per la testa?” aveva detto, al telefono con Fanpage.it, Marco. (Continua dopo la foto)




“Cristian, di origini romene, è venuto in Italia alcuni anni fa per lavorare – diceva Marco – è stato don Roberto Donadoni, vicario di una delle parrocchie di Venezia ad aiutarlo a trovare un impiego”. Proprio don Roberto si era attivato nelle ricerche rivolgendo numerosi appelli a chiunque avesse informazioni utili a rintracciare Cristian, a farsi avanti. Il ventiseienne chef era scomparso intorno alle 5 del mattino dopo una serata passata a casa di un amico in zona Dorsoduro. (Continua dopo la foto)



L’ultimo segnale di vita risaliva alle ore 4:30 di giovedì 15 novembre, quando era stato visto fuori da un locale a Cannaregio. Alle 4:49 risaliva, invece, il suo ultimo accesso Whatsapp. “Il mio timore – diceva Marco, oggi confermato dalla triste scoperta – è che possa essere rimasto vittima di un incidente. A Venezia ogni anno sono decine le persone che precipitano accidentalmente nei canaloni. Quando fa freddo, i giubbotti pesanti e la corrente fanno il resto”. (Continua dopo la foto)


 


E ancora: “Conoscendolo come lo conosco, so che è impossibile che si sia cacciato nei guai e lo è altrettanto che sia andato via senza avvertire la famiglia, cui tiene tantissimo”. Sconvolta la famiglia, che dalla Romania aveva sollecitato le ricerche e ora ha ricevuto la drammatica notizia.

Dietro le quinte del potere Business.it

Ti potrebbe anche interessare: ”La Repubblica delle Donne”, Alessandra Cantini senza mutande mostra il lato b