“Correte, aiuto!”. Roma choc in pieno giorno: uomo ucciso in strada. Cadavere alla fermata metro


Un sabato all’insegna della violenza e del sangue. Tragedia familiare a Peonis, frazione di Trasaghis, piccolo comune di Udine: un uomo è stato trovato morto con evidenti ferite da arma da taglio in una casa di via Cjanet. Si tratta del 73enne Ivano Rizzotti, ex titolare di un ristorante a Pozzuolo. Sul posto il pm Elena Torresin della procura di Udine con il medico legale Antonello Cirnelli, oltre ai carabinieri. A darne notizia è Il Gazzettino che spiega come ad aver ucciso l’uomo potrebbe esser stato il figlio del ristoratore. Il 73enne è stato trovato in una pozza di sangue. (Continua a leggere dopo la foto)






Questa mattina, invece, una guardia giurata ha ucciso la giovane moglie e si è suicidata subito dopo. La tragedia familiare è avvenuta stamattina in provincia di Potenza. L’uomo, 41 anni, ha ucciso con alcuni colpi di pistola la moglie di 30 e poi si è suicidato con la stessa arma: l’omicidio-suicidio è avvenuto a Cersosimo, piccolo paese di circa 600 abitanti in provincia di Potenza. (Continua a leggere dopo la foto)






L’escalation di violenza di questo sabato 15 settembre 2018 non risparmia neanche la capitale. Rissa con morto a Roma. Un uomo senza fissa dimora, in corso di identificazione, è stato ucciso questa sera alle 18.45 circa in via di Pietralata ferito al collo con un coccio di bottiglia durante una lite. A colpire a morte la vittima è stato un 43enne romeno clochard con precedenti che si trovava nei pressi della fermata della metro. Probabilmente entrambi gli uomini erano ubriachi. L’omicida è stato fermato sul posto dai carabinieri della Compagnia Roma Montesacro che indagano con il supporto tecnico del Nucleo Investigativo di via in Selci. In corso i rilievi tecnici. (Continua a leggere dopo la foto)




 

Ieri sera, invece, dramma alle porte di Firenze.  Un 34enne originario di Figline Valdarno, Niccolo Patriarchi, ha uccisoa coltellate il figlio di 1 anno al culmine di una lite con la compagna. La donna, un’impiegata di 30 anni, è rimasta ferita alla festa mentre cercava di salvare l’altra figlia della coppia, una bambina di 7 anni, che per fortuna è rimasta illesa. Ora la giovane madre è ricoverata in ospedale: non sarebbe in pericolo di vitra. I carabinieri hanno arrestato l’uomo, che di professione è programmatore informatico, trovato sul posto in stato di choc. L’allarme era stato dato dato la nonna del bimbo intervenuta con altri familiari per fermare il 34enne.

Leggi anche: 

Tragedia familiare, figlio uccide il padre a coltellate. Ma è giallo: è andata davvero così?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it