Tragedia familiare, figlio uccide il padre a coltellate. Ma è giallo: è andata davvero così?


Sabato pomeriggio di sangue in Italia. Dopo la tragedia di questa mattina a Potenza, dove si è consumato un terribile omicidio-suicidio con un uomo e una donna morti, l’ennesimo fatto di sangue arriva dal nord-est italiano. Tragedia familiare a Peonis, frazione di Trasaghis, piccolo comune di Udine: un uomo è stato trovato morto con evidenti ferite da arma da taglio in una casa di via Cjanet. Si tratta del 73enne Ivano Rizzotti, ex titolare di un ristorante a Pozzuolo. Sul posto il pm Elena Torresin della procura di Udine con il medico legale Antonello Cirnelli, oltre ai carabinieri. A darne notizia è Il Gazzettino che spiega come ad aver ucciso l’uomo potrebbe esser stato il figlio del ristoratore. Il 73enne è stato trovato in una pozza di sangue. (Continua a leggere dopo la foto)






Il medico legale sta procedendo proprio adesso con le prime verifiche sul corpo della vittima:  è stata trovata un’unica, profonda e ampia, ferita da arma da taglio con eviscerazione. Gli inquirenti nel frattempo cercano di ricostruire cosa sia avvenuto nella casa di via Cjanet da questa mattina fino al momento della morte di Rizzotti. L’intera comunità friulana è sotto choc. (Continua a leggere dopo la foto)






Come scrive il giornale veneto, infatti, si è pensato subito a un barbaro omicidio ma la vicenda ha presentato fin da subito molti punti oscuri e segni contraddittori, ancora da chiarire. L’attenzione degli investigatori si è concentrata sui figli dell’uomo – trovati nella casa dell’orrore e rimasti all’interno con gli inquirenti – uno dei quali sarebbe un poliziotto sospeso dal servizio e con problemi di dipendenza da alcol. Da questo quadro è emersa l’ipotesi che uno dei figli possa aver litigato con il genitore e l’abbia ucciso in un momento di raptus. Ma questa pista non è ancora certa, sull’intera vicenda aleggia il sospetto di un suicidio. (Continua a leggere dopo la foto)




 

L’unica dichiarazione rilasciata dalla pm Torresin, sempre a Il Gazzettino,  è stata la seguente: “Sono in corso accertamenti, al momento non escludono ipotesi suicidiaria, altro non posso dirvi”. I vicini hanno riferito di tensioni e litigi fin dalla prima mattina.

Leggi anche: 

“Maltrattamenti choc!”. Fugge di casa a 10 anni e salva i fratellini. Orrore in Italia. A cosa erano costretti i bambini

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it