Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Isabella Noventa, sparita a gennaio. Ecco cosa sospettano gli investigatori (incredibile)


 

Svolta nel giallo della scomparsa di Isabella Noventa, la 55enne di Albignasego (Padova) di cui non si avevano più notizie da metà gennaio. La polizia ha infatti fermato tre persone che, al termine di lunghe e complesse indagini, sono ora accusate dell’omicidio premeditato della donna.

(Continua a leggere dopo la foto)



Si tratta dell’ex fidanzato di Isabella, F. S., con il quale la signora aveva mantenuto un rapporto di amicizia, la sorella di quest’ultimo, D. S., e l’amica tabaccaia della scomparsa, E.C. Per gli agenti, dunque, non ci sarebbero più dubbi la vittima è stata uccisa. I tre fermi sono stati disposti dal pm Giorgio Falcone.

I provvedimenti sono scaturiti da un interrogatorio fiume che si è svolto nel corso della notte, durante il quale sono emerse forti contraddizioni e parziali ammissioni. Oltre dieci ore di fronte alle domande, poi sono scattati i fermi. Da quanto emerso, sarebbe arrivata la conferma che la donna col piumino bianco ripresa dalle telecamere di sicurezza in Piazza dei Signori la sera della scomparsa, il 15 gennaio scorso, non era Isabella Noventa ma una delle due donne fermate.

Alla base dell’omicidio della 55enne si ipotizza un movente passionale. Una delle due donne fermate dalla polizia era infatti legata sentimentalmente all’altro fermato, l’ex fidanzato di Isabella, che è anche la persona che per ultimo ha visto la donna prima della scomparsa. Sembra che Isabella sia stata strangolata e il suo corpo gettato nel fiume. Ora le indagini si concentrano proprio sulla ricerca del cadavere.

 

Ragazza ritrovata a Roma, dietro la scomparsa una verità indicibile…