Dramma in piscina: bambino annega. La scoperta dei carabinieri. È successo in Sardegna, il piccolo aveva solo 7 anni


 

Un’estate maledetta che continua a lasciare vittime nelle sue giornate. E, purtroppo, ancora una volta si tratta di un bambino, un bambino di 7 anni residente in Ogliastra, Richard Mulas, il quale è morto annegato mentre giocava nella piscina di un hotel a Orosei, nel Nuorese, sulla costa centro orientale della Sardegna. Il fatto è avvenuto intorno a mezzogiorno in un albergo di via Lungomare. Inutili i tentativi di rianimare il piccolo, durati circa un’ora, da parte di personale del 118, intervenuto immediatamente. Sul posto stanno operando i carabinieri della stazione di Orosei per gli accertamenti insieme al medico legale e al pm. Da quanto si è appreso, il bambino stava giocando con alcuni amichetti nella piscina quando, per cause ancora da accertare, il suo corpo è stato visto risalire ed è stato subito soccorso. (Continua a leggere dopo la foto)



Secondo quanto riporta l’Unione sarda nella sua versione online, il piccolo – figlio di papà sardo e mamma ecuadoregna – avrebbe infilato la mano in un bocchettone della piscina, rimanendo poi incastrato. Si sarebbe tuffato in piscina da solo senza che nessuno si accorgesse di nulla, non riuscendo più a risalire. La piscina è condivisa dai residence “Gli ulivi” e “Il Rifugio”. (Continua a leggere dopo la foto)


È stato un turista ad accorgersi del piccolo, si è tuffato per soccorrerlo ma era già privo di sensi. Tutti i presenti attorno alla piscina hanno aiutato ad estrarre il piccolo dall’acqua. I medici del 118, arrivati sul posto, hanno tentato di rianimarlo per più di un’ora senza successo. Chiamati dai genitori e dai responsabili dell’hotel, i carabinieri sono poi arrivati nell’albergo. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Una volta lì, hanno avviato gli accertamenti, raccolto le testimonianze e ricostruito così l’intera vicenda. A luglio una ragazzina di 13 anni, in vacanza a Sperlonga, era morta annegata in piscina dopo essere stata risucchiata dal bocchettone d’aspirazione sul fondo della vasca.

 

Ti potrebbe interessare anche: Morti dopo un tuffo. Marco e Ilaria, 21 e 19 anni: la tragedia in piscina