Si sono abbassati due piloni, scatta l’allarme. Vietato il transito ai tir


Continua a tenere banco la querelle Autostrade – Governo dopo il crollo del viadotto Morandi dello scorso 14 agosto che ha portato alla morte di 43 vittime e ingenti danni per la città di Genova. Nella giornata di oggi è arrivata la contro-risposta di Autostrade: punto su punto alla lettera del ministero delle Infrastrutture con cui si avvia la procedura di revoca della concessione dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova.Nella lettera del ministero si davano ad Autostrade 15 giorni per rispondere alle accuse di ‘gravissimo inadempimento’ e ‘allarme sociale’. Oggi la replica secca e documentata: da parte di Autostrade c’è stato il ”puntuale adempimento degli obblighi concessori”. Lo afferma la società al termine del Consiglio di amministrazione convocato per valutare la risposta alle contestazioni del Mit. Il Cda, si legge nel comunicato diffuso dopo la riunione questa mattina a Roma, ”ha preso atto degli elementi di confutazione alla lettera del ministero delle Infrastrutture” e ha ”confermato il proprio convincimento in merito al puntuale adempimento degli obblighi concessori da parte della società”. (Continua a leggere dopo la foto)







Pronta la risposta da parte dei vertici del Governo Conte. Commentando il contenuto della nota diffusa al termine del Cda di Autostrade per l’Italia, il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha scritto su Twitter: “È incredibile sentir parlare #Autostrade di ‘puntuale adempimento degli obblighi’ dopo una tragedia con 43 morti, 9 feriti, centinaia di sfollati e imprese in ginocchio. Siamo all’indecenza. Rimetteremo le cose a posto e ridaremo sicurezza e servizi ai cittadini che viaggiano”. A intervenire è stato anche il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio. “Autostrade dice di aver fatto ‘un puntuale adempimento degli obblighi concessori’ previsti dalla convenzione con lo Stato. Me la sono riletta tutta attentamente. Far crollare il ponte causando 43 morti non era nel contratto – ha scritto Di Maio in un post su Facebook – Dai Benetton ci aspettiamo solo le scuse e i soldi per la ricostruzione del ponte, che non faranno loro. Per il resto consiglio ad Autostrade di tacere… Gli italiani non ne possono più delle loro dichiarazioni fuori luogo”. (Continua a leggere dopo la foto)






E intanto, arriva l’allarme da Anas che oggi si è vista costretta a chiudere una porzione di strada in Calabria, precisamente nella provincia di Reggio. Il ponte Allaro, sulla Jonica, rischia di cedere. I mezzi pesanti non potranno passare. La decisione si è resa necessaria “a seguito degli abbassamenti della pila 5 e 6 del ponte, registrati mediante il sistema di monitoraggio topografico e inclinometrico attivato sullo stesso”. Ci sono, insomma, problemi ad alcune delle strutture che sostengono le arcate e, per questa ragione, è stato ritenuto opportuno vietare il transito ai mezzi pesanti superiori alle 7,5 t. “Il provvedimento – spiega Anas in una nota – si è reso necessario a seguito degli abbassamenti della pila 5 e 6 del ponte, registrati mediante il sistema di monitoraggio topografico e inclinometrico attivato sullo stesso. Pertanto, anche alla luce delle risultanze di apposite consulenze scientifiche, si è ritenuto opportuno inibire il transito ai mezzi pesanti superiori alle 7,5 t”. (Continua a leggere dopo la foto)




 

L’interruzione è nel territorio di Caulonia ,in provincia di Reggio Calabria. Per i veicoli in direzione nord, è previsto l’itinerario alternativo con avvio a Locri, percorrenza delle strade statali 106 Var/B e 682 “Jonio-Tirreno” con immissione in A2 “Autostrada del Mediterraneo” fino allo svincolo di Lamezia Terme e percorrenza delle statali SS 280 “Dei Due Mari” e SS 106 Var/A. Per i veicoli diretti verso Reggio Calabria si potrà effettuare il percorso inverso.

Leggi anche:

“Il ponte Morandi non è sicuro”. Spunta una lettera di Autostrade, il Ministero sapeva tutto (da mesi)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it