“Non è possibile!”. Choc in Italia, due incidenti (diversi) a distanza di ore: tre morti carbonizzati sulla A1


La giornata di ieri è stata caratterizzata da una lunga scia di sangue nel tratto umbro della A1. Nella mattinata di ieri, infatti, due persone hanno perso la vita: il padre (33 anni) e figlio (10 anni) originari della provincia di Caserta sono le vittime dell’incidente avvenuto in mattinata. Con loro c’era anche la madre del piccolo e moglie dell’uomo, rimasta ferita non gravemente e trasportata in stato di shock all’ospedale di Orvieto. La donna è riuscita a uscire dall’auto poco prima che il mezzo prendesse fuoco, grazie all’aiuto di una pattuglia della polizia stradale arrivata sul posto subito dopo il tamponamento. Un agente ha riportato lievi ustioni. In base a quanto accertato finora dalla polstrada, l’autoarticolato, che trasportava pasta, ha improvvisamente sbandato, agganciando con il rimorchio l’auto, che in quel momento lo stava sorpassando. Illesi il conducente del mezzo pesante e la donna che viaggiava con lui.  (Continua a leggere dopo la foto)







Successivamente alle prime indagini è stato arrestato, con l’accusa di omicidio plurimo colposo, il camionista bulgaro coinvolto nell’incidente mortale. L’arresto in flagranza è stato disposto la polizia stradale vista la gravità del fatto. Al test dell’etilometro l’uomo è risultato negativo, mentre si è ancora in attesa di quello antidroga. Il cinquantanovenne, che verrà trasferito nel carcere di Sabbione di Terni, trasportava pasta ed è dipendente di una ditta straniera. Non è ancora chiaro da dove provenisse e dove fosse diretto. Con lui c’era la moglie, anche lei bulgara.  (Continua a leggere dopo la foto)






Altra vittima sull’A1. Dopo il tragico incidente di questa mattina, un camionista ha perso la vita in seguito a un tamponamento che ha coinvolto tre mezzi pesanti, andati distrutti dalle fiamme. Anche in questo caso, come nell’incidente che ha distrutto una famiglia campana nella mattinata di ieri, la vittima è arsa viva. (Continua a leggere dopo la foto)




 

L’incidente è avvenuto alle 21 all’altezza dell’area di sosta Riotorto, nel comune di Allerona, a pochi chilometri di distanza dal luogo del tragedia che ha spezzato la vita di un padre e di suo figlio di appena dieci anni, morto davanti agli occhi della madre. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco del Comando di Terni, insieme agli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Orvieto.

Leggi anche:

Auto si schianta contro muro, nuovo incidente mortale: Luigi lascia moglie e tre figli. Il dolore dei colleghi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it