“Non uscite!”. Firenze, la polizia lancia l’allarme: è caccia all’uomo. Ha minacciato una donna e poi ha iniziato a sparare


 

Pomeriggio di terrore oggi a Firenze, nella zona di via Pio Fedi dove un uomo armato di pistola si è asserragliato all’interno di un’abitazione dopo essersi reso responsabile di due aggressioni nei confronti di una donna, aggirandosi poi armato per le strade.  Sul posto sono accorsi decine di agenti delle volanti e dell’Unità operativa di pronto intervento che hanno scatenato prima una caccia all’uomo e poi hanno circondato l’abitazione in cui si sarebbe rifugiato. Protagonista della vicenda sarebbe 48enne, ex calciante del calcio storico fiorentino. Secondo una prima sommaria ricostruzione dell’accaduto, tutto sarebbe cominciato in mattinata quando l’uomo si sarebbe presentato in un bar all’Isolotto, dove lavora anche la sua ex compagna. (Continua a leggere dopo la foto)








Nel locale avrebbe prima aggredito con parole e con le mani una dipendente, sfasciando anche alcuni oggetti, poi sarebbe tornato con una pistola e l’avrebbe minacciata prima di darsi alla fuga. In base ad alcune testimonianze, prima di allontanarsi l’uomo avrebbe sparato anche alcuni colpi in aria scatenando il panico, circostanza sulla quale però al momento non ci sono conferme. (Continua a leggere dopo la foto)






Subito dopo sono partire le segnalazioni alla polizia che è arrivate in zona in forze per cercare di individuarlo e fermarlo. Diverse strade  sono state chiuse e riaperte  nel corso delle ore fino a quando gli agenti si sono concentrati su un’abitazione dove l’uomo si sarebbe barricato. Poco dopo sono intervenuti anche i nuclei speciali. “Armato di pistola entra in un bar del quartiere Isolotto di Firenze, minaccia una donna e poi si dà alla fuga. (Continua a leggere dopo la foto)



 

La polizia lo sta cercando in tutta la zona. Si consiglia di non recarsi nel quartiere e, per i residenti, di non uscire di casa” ha avvertito la polizia di stato attraverso il suo account twitter. Ogni tipo di aggiornamento sarà seguito e comunicato. Si spera che la situazione non degeneri e si risolva quanto prima, senza nessuna esplosione di colpi.

 

Ti potrebbe interessare anche: Orrore in casa: papà, mamma e figlia uccisi a colpi di pistola. Dove è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it